rotate-mobile
Domenica, 5 Febbraio 2023
Eventi

A Cagliari una mostra su abiti medievali al tempo della dominazione pisana

Nell'esposizione in Sardegna anche la bandiera e il soldato pisani

Viene inaugurata oggi, alle ore 17, a Cagliari, la mostra 'Medioevo in Veste. Abiti e suggestioni nel cuore medievale di Cagliari'. L’esposizione è ospitata nel Palazzo Regio, un tempo la Platea Communis che fu centro e cuore pulsante della Cagliari medievale pisana. Si tratta di un viaggio nel tempo alla scoperta degli abiti del Medioevo negli anni della dominazione pisana a Cagliari, dalla fondazione del Castellum Castri, l’odierno Castello, alla conquista catalana. Sarà esposta anche una bandiera di Pisa e il costume del soldato pisano, inviati appositamente dal Comune di Pisa che ha concesso il patrocinio alla mostra.

Organizzata dall’associazione culturale Samarcanda, in collaborazione con la Compagnya del Borgo di Sanluri, la mostra vuole aprire uno spiraglio su un’epoca storica di cui si conoscono vicende politiche, guerre e tradimenti, ma pochissimo è noto della vita quotidiana delle persone che popolavano la Cagliari pisana. Notabili, nobildonne, templari, monaci, medici, artigiani e popolani: quali abiti usavano e con quali tessuti venivano realizzati? C’era distinzione di forme e colori tra fasce sociali? La moda nel Medioevo aveva la stessa importanza che ha assunto oggi? Sono alcune tra le domande a cui la mostra intende dare risposta, con approccio storico-scientifico e grazie al rigoroso lavoro filologico e iconografico svolto da Lucia Laconi, studiosa del Medioevo. Gli studi della professoressa Laconi hanno condotto alla creazione degli abiti secondo precisi criteri di verosimiglianza, con gli stessi materiali e tecniche utilizzati nel periodo storico oggetto della mostra. Indispensabile anche il contributo del costumista di fama internazionale Alessandro Lai, noto per le sue collaborazioni con i registi Ferzan Ozpetek e Francesca Archibugi, che ha trasformato gli abiti realizzati a mano dalle migliori sartorie toscane in manufatti carichi di un’aura vissuta agli occhi dello spettatore. La collezione di epoca pisana è integrata dalla veste di Eleonora d’Arborea, concessa dagli eredi del conte Villasanta di Sanluri, da un capitano a cavallo e due guardie messi a disposizione dalla Compagnya del Borgo di Sanluri, e da un abito da gendarme offerto in prestito dal Comune di Pisa. L’allestimento è curato dall’architetto Giorgia Origa.

La mostra è realizzata con il patrocinio di Città Metropolitana di Cagliari, Regione Autonoma della Sardegna, Comune di Cagliari, Comune di Pisa, Fondazione di Sardegna, Camera di Commercio Cagliari-Oristano, Ente Nazionale Attività Culturali, Comitato Italiano Associazioni Nazionali Storiche, e con il sostegno di Ecoserdiana, L’Orto di Eleonora, La Fucina del Drago, Myrsine, Taak Crative Agency e La.Ve.Al.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Cagliari una mostra su abiti medievali al tempo della dominazione pisana

PisaToday è in caricamento