Ballottaggio, Zingaretti a Pontedera: "Difendere Pontedera da chi sta distruggendo l'Italia"

Il segretario nazionale del Partito Democratico in piazza Curtatone per sostenere il candidato sindaco Matteo Franconi

Ha voluto accanto a se', sul palco, i sindaci del centrosinistra già eletti domenica 26 maggio, Matteo Franconi, per accogliere il segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti, che ha fatto tappa lunedì 3 giugno in piazza Curtatone e Montanara a Pontedera per tirare la volata finale al candidato sindaco del centrosinistra, in vista del ballottaggio contro il centrodestra di Matteo Bagnoli.
"Io voglio una Pontedera delle opportunità e io sono l'esempio visto che sono figlio di un infermiere e di una casalinga - ha esordito davanti ad una piazza affollata Matteo Franconi - ne abbiamo sentite tante in questa campagna elettorale, hanno detto che abbiamo copiato il programma ma quando noi abbiamo fatto le primarie, il centrodestra non sapeva nemmeno che ci sarebbero state le elezioni. Poi hanno scelto un candidato sindaco e tutti noi sappiamo come è finita, con espressioni omofobe. Il nostro è un programma scritto a 100 e 100 mani, ci sono la ricerca, cultura, opere, innovazione". Poi un pensiero alle frazioni. "Chi dice che le frazioni sono dimenticate sbaglia e la risposta sta nei risultati del 26 maggio: i candidati più votati sono infatti quelli che provengono dalle frazioni". E ancora i giovani che "sono il futuro; dobbiamo far sì che si riapproprino delle piazze e vogliamo mettere a disposizione dei nostri ragazzi scuole e ricerca, con l'importante polo del Sant'Anna".
"C'è sempre qualcosa da migliorare, ma c'è una città che non lascia indietro nessuno - ha concluso - io voglio essere un sindaco alla mano, perchè alle strette di mano tengo più che a me stesso".

Tra gli applausi ha preso poi la parola il segretario del Pd Nicola Zingaretti, che proseguirà in serata il suo tour toscano fermandosi anche a San Miniato per sostenere al ballottaggio Simone Giglioli. "Un anno fa era impensabile arrivare a questo risultato e invece la settimana scorsa abbiamo dimostrato che si sta costruendo un'alternativa alla peggiore destra del dopoguerra - ha sottolineato con forza Zingaretti riflettendo sul panorama nazionale - in Italia c'è chi vuole cavalcare le paure, le giuste paure dei cittadini, la destra vuole raccontare e lucrare sui problemi, ma ha solo peggiorato la situazione, noi invece esistiamo per risolvere quei problemi".
Zingaretti ha condannato poi la flat tax ("chi più ha più deve pagare, chi meno ha meno deve pagare") e mostrato preoccupazione per l'aumento dell'evasione scolastica ("se non prendiamo in mano questo problema tra 20 anni i nostri ragazzi saranno schiavi nel mercato globale; dall'asilo nido fino alla laurea chi non può permettersi di studiare deve essere aiutato dallo Stato, perchè non può esserci discriminazione").
"Guardando al governo Salvini, pensiamo che i prossimi mesi e i prossimi anni saranno difficili, quindi dobbiamo difendere Pontedera da chi sta distruggendo l'Italia. Servono politiche culturali, per lo sport, associative, anche così si fa la sicurezza, invece hanno tagliato i fondi per le periferie e dato soldi per comprare le pistole - ha concluso Zingaretti - siamo alla vigilia di un periodo duro, serve coraggio, serve dire che c'è un'altra possibilità. L'odio non produce ricchezza, è un grande inganno e noi questo inganno lo dobbiamo sconfiggere".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, quando arriva la neve in pianura

  • "Un'offesa senza precedenti": è polemica sul video del trapper Bello Figo girato all'Università

  • Si ferma ad un distributore e si masturba 'di fronte' ad una donna che fa rifornimento

  • Neve e ghiaccio in Toscana: allerta meteo

  • "Elicotteri da guerra nella fabbrica di Ospedaletto": Rebeldia contro Leonardo Spa

  • Donna scomparsa a Volterra: trovata morta in fondo alle Balze

Torna su
PisaToday è in caricamento