rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Elezioni comunali 2023 Calambrone

Litorale, la protesta di Exit Sovranità per l'Italia: "Scuole di Calambrone e Tirrenia meritano maggiore cura"

La candidata sindaco Eleonora Carli sottolinea la carenza di manutenzione della primaria 'Quasimodo'

"A fronte degli oltre cinque milioni di euro che il Comune di Pisa andrà ad investire per il progetto di rifacimento della scuola media 'Niccolò Pisano' a Marina di Pisa, noi di Exit Sovranità per l'Italia abbiamo raccolto i primi commenti a caldo di numerosi residenti, soprattutto di Tirrenia e di Calambrone". E' l'introduzione con cui la candidata sindaco Eleonora Carli presenta alcune proposte per gli istituti scolastici del litorale pisano.

"In tanti si chiedono se questo progetto fosse effettivamente necessario, in particolare in considerazione del fatto che ancora una volta l'amministrazione Conti privilegia Marina di Pisa a scapito del resto del litorale. In questo caso, il buon senso ci fa pensare che con quella cifra si sarebbe forse potuto procedere alla sistemazione di più plessi scolastici". "Ad esempio - prosegue Carli - anche la scuola primaria 'Quasimodo', a Calambrone, che, pur essendo 'fresca' di costruzione di circa venti anni, da oltre due anni non è più stata oggetto di manutenzioni da parte del comune. I bambini, sia nelle aule al piano terra che in quelle del primo piano, sono ospitati in ambienti umidi e con mura nere di muffa". 

Carli sottolinea: "All'esterno da oltre due mesi fanno bella mostra sacchi neri contenenti le luci d'emergenza sostituite più di due mesi or sono, e mai ritirati da chi di competenza. Da anni la ludoteca, sul retro dell'edificio, nonostante le promesse, è chiusa ed in stato di abbandono. In tanti si chiedono inoltre dove saranno dislocati i ragazzi delle 'Niccolò Pisano' durante i lavori.  L'informazione, infatti, così come la partecipazione con i cittadini, da parte dell'amministrazione è sempre carente o addirittura assente".

"Ci rendiamo conto che un progetto milionario di questa portata, da finanziare in gran parte con i fondi del PNRR, presentato in piena campagna elettorale, fa scalpore. Ma spesso i cittadini non hanno bisogno di progetti faraonici o di scalpore. Hanno bisogno di attenzioni quotidiane, e, nel caso del litorale, di attenzioni uguali per tutti" evidenzia la candidata sindaco.

"Su questo, come candidata sindaco per Exit Sovranità per l'Italia, ma in particolare come residente del litorale, mi batterò sempre, tanto da aver inserito anche nel nostro programma una proposta di assessorato al litorale, affinché questo territorio riceva in futuro lo stesso trattamento. Perché il litorale va da Calambrone, passando per Tirrenia, per arrivare a Marina. Ma sino ad oggi così non è stato. E per gli abitanti di Tirrenia e Calambrone questa è molto di più che una vaga percezione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Litorale, la protesta di Exit Sovranità per l'Italia: "Scuole di Calambrone e Tirrenia meritano maggiore cura"

PisaToday è in caricamento