Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Pisa-Perugia 0-1, l'Arena resta stregata: in casa arriva un'altra sconfitta

Gara all'attacco dei nerazzurri che però non riescono a invertire la brutta serie davanti al pubblico di casa: terza sconfitta nelle ultime quattro partite interne. Il Perugia passa grazie a un gol di Nicastro

Un momento della partita

? proprio un ex ad aprire la prima crepa nella stagione nerazzurra. Nicastro ha giocato a Pisa nella stagione 2011-12 (per lui solo 5 presenze), e quattro anni dopo si prende la sua rivincita, permettendo al Perugia di espugnare l'Arena Garibaldi. Un 1-0 che non rende giustizia alla squadra di Gattuso, che gioca una partita all'attacco senza trovare la zampata decisiva. Ma l'atteggiamento propositivo non basta per interrompere la serie negativa in casa: tre sconfitte nelle ultime quattro partite che rendono più difficile la classifica dei nerazzurri, ora a due soli punti dai playout.

LA PARTITA. Di Tacchio ed Eusepi vanno in panchina, Gattuso decide di affidarsi alla stessa formazione e allo stesso modulo visti contro la Salernitana. Nel 4-4-2 davanti a Ujkani ci sono Avogadri e Longhi esterni di difesa, con Del Fabro e Lisuzzo centrali. Sulle fasce Golubovic e Sanseverino, mentre Verna e Lazzari giocano in mezzo al campo. In attacco confermata la coppia Varela-Montella. Nel Perugia, Bucchi sostituisce lo squalificato Volta con Mancini in difesa, schierando il 4-3-3 delle ultime partite, con Nicastro, Di Carmine e Guberti nel tridente d'attacco.

PRIMO TEMPO. Buono l'inizio del Pisa, che parte all'attacco e mette pressione alla difesa umbra. Belmonte salva su Sanseverino, vicino a girare in rete il cross di Avogadri, e all'11 Montella prova il tiro da fuori, bloccato da Rosati. Ma alla prima occasione è il Perugia a passare in vantaggio grazie al gol di Nicastro, che brucia la difesa e scaraventa in rete col sinistro l'assist di Di Chiara. Pisa beffato, ma non demoralizzato. La squadra di Gattuso manovra bene e continua a stazionare nella metà campo degli umbri, anche se i movimenti offensivi non funzionano. Le azioni d'attacco non trovano sbocco e Varela sembra giocare troppo lontano dalla porta. Merito anche di un Perugia poco propenso ad avanzare, ma perfetto sul piano tattico. La squadra di Bucchi si fa vedere solo un tentativo di Dezi che finisce alto poco prima dell'intervallo, e va negli spogliatoi sull'1-0.

>>> GLI HIGHLIGHTS DELLA PARTITA <<<

SECONDO TEMPO. Gattuso decide di attaccare con l'artiglieria pesante, togliendo Avogadri e inserendo Cani davanti. Con l'albanese punta centrale e Varela e Montella esterni il Pisa passa al 4-3-3, anche se è il Perugia ad avere l'occasione del raddoppio con il destro dal limite di Guberti che passa vicino all'ncrocio dei pali. Gattuso non vede miglioramenti e cambia anche a centrocampo, con Di Tacchio per Sanseverino, e dopo un inizio di ripresa poco convincente il Pisa riprende in mano la partita. Proprio Di Tacchio al 64' prova un sinistro da lontano che finisce di poco fuori. Al 70' contatto dubbio in area tra Belmonte e Montella, ma l'arbitro ammonisce l'attaccante nerazzurro per simulazione. L'ex Vigor Lamezia esce al 75' per fare posto a Peralta e nell'assalto finale il Pisa reclama ancora il rigore per un intervento di Belmonte su Del Fabro, ma anche stavolta secondo l'arbitro non c'è niente. I nerazzurri restano troppo inconsistenti sul piano offensivo e nonostante una partita condotta all'attacco non riescono a trovare quel gol che manca ormai da tre partite di fila. All'80' invece è Ujkani a salvare il Pisa dal raddoppio, deviando il destro dal limite di Acampora.

PISA - PERUGIA 0-1

PISA (4-4-2): Ujkani 6.5; Avogadri 5.5 (46' Cani 5.5), Del Fabro 6, Lisuzzo 6.5, Longhi 5.5; Golubovic 6, Verna 6, Lazzari 5.5, Sanseverino 5.5 (52' Di Tacchio 6); Varela 5.5, Montella 5.5 (75' Peralta s.v.). A disp.: Cardelli, Crescenzi, Peralta, Eusepi, Gatto, Fautario, Mudingayi. All.: Gennaro Gattuso

PERUGIA (4-3-3): Rosati 6; Belmonte 5.5, Monaco 6.5, Mancini 6.5, Di Chiara 7; Brighi 6, Zebli 6.5 (65' Acampora 6.5), Dezi 6.5; Nicastro 7 (72' Drole 6), Di Carmine 5.5, Guberti 6. A disp.: Elezaj, Imparato, Didiba, Ricci, Bianchi, Chiosa, Buonaiuto. All.: Christian Bucchi

ARBITRO: Francesco Saia di Palermo, assistenti: Borzomi di Palermo e Formato di Benevento
RETI: 17' Nicastro
NOTE: ammoniti: Lazzari, Montella, Cani, Monaco, Di Chiara. Angoli: 4-2. Recupero: 0' + 3'

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa-Perugia 0-1, l'Arena resta stregata: in casa arriva un'altra sconfitta

PisaToday è in caricamento