Reggiana - Pisa: le probabili formazioni | D'Angelo: "Centrati tutti gli obiettivi di mercato. Adesso dimostriamo il nostro valore"

Si parte finalmente. Riprende il campionato di Serie B, con il Pisa impegnato domenica 27 settembre sul campo della Reggiana. Mancherà soltanto il difensore Meroni: disponibili anche gli ultimi innesti Mazzitelli e Palombi

Tutti ai propri posti, allacciate le cinture e godetevi lo spettacolo: il campionato di Serie B sta per ripartire. Domenica 27 settembre, alle ore 21, il Pisa sarà di scena al Mapei Stadium di Reggio Emilia per la prima tappa di un percorso bello, affascinante, appassionante, faticoso, estenuante. Tinto dalle forti tonalità del nero e dell'azzurro e capitanato dal capitano del vascello: Luca D'Angelo. Archiviata la splendida stagione scorsa, è già tempo di pensare alla nuova annata: la rosa dal mercato è uscita rinforzata, grazie alle intuzioni e alle abilità di Roberto Gemmi e Giovanni Corrado. L'obiettivo primario, però, rimane il medesimo: il mantenimento della categoria.

Voglia di ricominciare

Le conferme, per niente scontate, dei gioielli della casa Lisi, Marin, Birindelli e Marconi sono la base solida sulla quale costruire le ambizioni. I ritorni, per niente scontati, di due fuoriclasse come Vido e Varnier la dicono lunga sulla volontà di fare bene della dirigenza. Gli innesti di Palombi in attacco e Mazzitelli in mezzo al campo alzano notevolmente il tasso tecnico-tattico del gruppo. Ma l'arma segreta della rosa guidata da Luca D'Angelo sarà sempre l'umiltà. Unita alla disponibilità al sacrificio, saranno i due pilastri sui quali costruire una nuova stagione ricca di soddisfazioni. "La prima partita è sempre un momento emozionante - spiega il tecnico nerazzurro - quest'anno ci tocca disputare questa gara lontano da casa e in un'ambiente particolare: è il rammarico più grande". Di fronte ci sarà una neopromossa ricca di entusiasmo, "con un ottimo allenatore e un organico di valore. Servirà tutta la nostra intensità per portare a casa punti importanti".

A disposizione tutta la rosa, con il solo Meroni fermo ai box per un problema muscolare. "Riproporremo i nostri due moduli di riferimento, il 4-3-1-2 e il 3-5-2 - sottolinea D'Angelo - sono i nostri punti fermi. La rosa inoltre rispetto allo scorso anno è stata confermata quasi in blocco. Anche gli innesti sono arrivati in tempo utile per poter lavorare bene e integrarli: a questo proposito voglio ringraziare Gemmi e Corrado per essere riusciti a centrare tutti gli obiettivi che avevamo in mente". A proposito degli ultimissimi due arrivi, Palombi e Mazzitelli, l'allenatore abruzzese si dice "soddisfatto della loro preparazione atletica. Potrebbero tornarci utili fin dalle prime gare".

Entusiasmo granata

Tornare in Serie B dopo 21 anni di assenza e non avere l'entusiasmo a mille sarebbe impossibile. E infatti dalle parti di Reggio Emilia i festeggiamenti dalla vittoriosa finale playoff contro il Bari non si sono mai realmente esauriti. La città granata si sta godendo l'attesa del debutto in cadetteria con la serenità derivante da una società seria e solida e un allenatore, Massimiliano Alvini, che nonostante sia alla primissima stagione in Serie B gode del supporto incondizionato della squadra, della dirigenza e della tifoseria.

L'avvicinamento al match di domani però è stato complicato da alcune defezioni che costringeranno Alvini a soluzioni di ripiego soprattutto in difesa. Probabile assente del match uno dei grandi dex della serata: Paolo Rozzio. Capitano del Pisa che nel 2016 ottenne la promozione in B, il centrale è adesso una delle bandiere dei granata e veste anche qua la fascia. Nelle ore scorse inoltre è saltato il trasferimento di Di Gennaro dal Livorno: i troppi problemi all'interno della società labronica ne hanno impedito l'ingaggio. Abbondanza di scelte invece a metà campo e in attacco, con il 3-5-2 tutto corsa e intensità di Alvini che cerca in Mazzocchi i gol necessari per la salvezza.

L'arbitro e le curiosità della partita

La prima gara della nuova stagione sarà diretta da Daniele Paterna di Teramo. Il fischietto abruzzese ha diretto il Pisa in due partite giocate in Serie C contro il Piacenza: il pesante 3-0 incassato al Garilli il 30 settembre del 2018 e lo 0-0 interno del 17 marzo 2018. Precedenti decisamente più positivi invece per la Reggiana, che con Paterna in campo ha ottenuto due vittorie, l'ultima delle quali è il più dolce ricordo per l'ambiente granata: Paterna infatti è stato l'arbitro della finale playoff contro il Bari di qualche settimana fa. L'arbitro teramano è al debutto in cadetteria e proprio domani sera dirigerà la prima partita in questa categoria.

Il Pisa e la Reggiana si ritrovano in una gara ufficiale, sul campo dei granata, a distanza di oltre cinque anni dall'ultimo precedente. Era l'8 aprile 2015 e le due formazioni militavano in Serie C: al vantaggio firmato da Misuraca per il Pisa rispose il pareggio di Petkovic nel finale che regalò il pareggio ai padroni di casa. La vittoria nerazzurra in terra granata manca da molto tempo: il 23 dicembre 2000 in Serie C le reti di Belluomini e Frau consentirono al Pisa di battere la Reggiana 2-1. Dopo quel successo i granata hanno dato vita ad una striscia di due vittorie e tre pareggi. Il bilancio complessivo della sfida conta 28 precedenti: le vittorie della Reggiana sono 16 contro i soli 3 successi del Pisa, i pareggi sono 9.

Le probabili formazioni

Reggiana (3-5-2): Cerofolini; Ajeti, Costa, Gymafi; Zampano, Muratore, Radrezza, Voltan, Lunetta; Zamparo, Mazzocchi. All. Alvini

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pisa (4-3-1-2): Perilli; Lisi, Caracciolo, Varnier, Birindelli; Marin, De Vitis, Gucher; Soddimo; Vido, Marconi. All. D'Angelo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento