Abbonamenti e biglietti: il Pisa S.C. dà le prime indicazioni per i rimborsi

La società nerazzurra comunica ai suoi tifosi le strade da percorrere per l'eventuale rimborso degli abbonamenti e dei tagliandi acquistati in occasione del derby dello scorso 7 marzo

Arrivano le prime indicazioni da parte del Pisa Sporting Club per tutti quei tifosi che intendono chiedere il rimborso dell'abbonamento e del biglietto di Pisa - Livorno, l'unica partita disputata fino a oggi a porte chiuse a causa dell'emergenza Coronavirus. A dir la verità, fin dalla comunicazione della sospensione del campionato cadetto, i sostenitori nerazzurri hanno fatto fronte comune sulla questione: la quasi totalità ha ribadito più volte, nei canali ufficiali della società e sui social, la volontà di non richiedere indietro i soldi della tessera stagionale o del tagliando acquistato per assistere al derby dello scorso 7 marzo prima che le istituzioni imponessero la disputa del match a porte chiuse. Questo come segnale di vicinanza in un momento di piena emergenza anche per il club.

In ogni caso, per tutti i tifosi che intenderanno seguire la strada del rimborso, la società di via Battisti conferma che "provvederà al rimborso della quota di sottoscrizione dell'abbonamento relativa alle partite del campionato in corso che dovessero disputarsi a porte chiuse o, eventualmente, non disputate a causa dell’emergenza Covid 19". Le modalità di questa operazione verranno comunicate quando "saranno ufficializzate le indicazioni e le decisioni definitive degli organi competenti delle istituzioni governative e della Figc": vale a dire quando ci sarà la decisione definitiva sulla prosecuzione della stagione o il suo definitivo annullamento.

"In relazione alla gara Pisa-Livorno del 7 marzo - prosegue il comunicato del Pisa - la Società  informa altresi gli sportivi in possesso di un singolo titolo di ingresso che le modalità di rimborso seguiranno due canali differenti a seconda della modalità di acquisto. Chi ha infatti acquistato il biglietto in modalità on-line oppure presso uno dei punti vendita del circuito Viva Ticket sarà rimborsato direttamente da quest'ultima quale detentrice in esclusiva dei diritti di biglietteria. L'invito è dunque quello di seguire le relative comunicazioni in merito rilasciate da Viva Ticket. Per chi invece ha acquistato il biglietto presso i Pisa Store ufficiali (Via Cesare Battisti e Via Luigi Bianchi) le modalità di rimborso saranno comunicate non appena l'attività degli uffici societari e delle strutture potrà essere ripristinata dopo lo stop imposto dal decreto del Consiglio dei Ministri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento