rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Volley

La FGL Castelfranco saluta Eva Bernardeschi ma è soltanto un arrivederci

La giocatrice, grande protagonista delle ultime tre stagioni biancoblu, giocherà per un anno in una squadra della provincia

Prima di preannunciare le cinque nuove atlete che andranno a completare il prossimo roster della FGL Castelfranco per la stagione 2022-2023, è doveroso il commiato da alcune ragazze, a cui la società e la dirigenza porgono un saluto di profonda gratitudine per l’ottima annata appena conclusa ed il loro significativo contributo: il percorso compiuto da tutte queste ragazze è stato strepitoso, continuativo ed in crescita, ma soprattutto con una cavalcata straordinaria nella fase play-off.

Il primo saluto va alla centrale Eva Bernardeschi, che ha indossato per tre stagioni la maglia numero 12: approdata a Castelfranco dopo aver fatto la trafila formativa un anno a San Miniato e poi nel vivaio santacrocese, è cresciuta molto pallavolisticamente negli ultimi tre anni di B1 nella cantera del duo coach Menicucci-Ficini, onorando a pieno i colori ed i valori biancoblu. Giocatrice sempre disponibile sia agli impegni di squadra che a quelli societarie, di carattere affabile all’interno del gruppo, non ha mai mancato di mostrare la grinta e la determinazione in campo, rispondendo con consapevolezza e maturità in supporto alle compagne ed alla società.

Sarà questo un arrivederci dato che Bernardeschi, di proprietà della FGL, al momento militerà lontano da Castelfranco solo un anno, andando in prestito ad una squadra della provincia: sarà per lei un’opportunità di crescita professionale importante. La società, nella figura del presidente e di tutta la dirigenza e lo staff, intende ringraziare l’atleta per l’impegno profuso e l’eccellente lavoro svolto in questi tre anni a Castelfranco in cui ha messo a disposizione le sue qualità e la sua esperienza per la crescita della squadra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La FGL Castelfranco saluta Eva Bernardeschi ma è soltanto un arrivederci

PisaToday è in caricamento