Eventi Gagno / Via San Jacopo

Gioco del Ponte: nuova palestra per i Mattaccini e Santa Maria

In Via San Jacopo 250 metri quadrati per allenarsi, e poi docce, spogliatoi e servizi igienici. Continua all'SMS la mostra sui 30 anni del Gioco: chi ha partecipato è invitato ad iscriversi sul registro

Sopra il sindaco al taglio del nastro, nell'altra foto la nuova palestra

Duecentocinquanta metri quadrati messi a nuovo, ricostruiti completamente e dotati di una nuova illuminazione. Con due spogliatori, due locali doccia e servizi igienici. E’ la palestra ricavata in Via San Jacopo. Da oggi si allenano qui le Magistrature di Santa Maria e dei Mattaccini. Già programmate le sedute di allenamento: 3 volte alla settimana per prepararsi al meglio ed essere al top della condizione per giugno, quando si svolgerà l'edizione 2012 del Gioco del Ponte. Quest’anno, dopo il risultato del 2011 con la vittoria di Mezzogiorno dopo 13 anni di astinenza, la sfida sul carrello si preannuncia ancora più avvincente.

Sabato si è svolta la festa per l’inaugurazione. Insieme al Consiglio degli Anziani, alle due magistrature e a tutti gli affezionati del Gioco, presente l’Anziano Rettore, il sindaco Marco Filippeschi, l’assessore alle manifestazioni storiche Federico Eligi, l’assessore ai lavori pubblici Andrea Serfogli, il dirigente del Comune Michele Aiello, i magistrati di Santa Maria e Mattaccini Sandro Del Rosso e Fabrizio Chericoni.

Continua così l’impegno dell’Amministrazione Comunale nell’opera di valorizzazione del Gioco del Ponte, una passione che anima migliaia di volontari tutto l’anno. Una tradizione che affascina anche i più piccoli e attraverso la quale si racconta un pezzo di storia pisana.

"Inauguriamo oggi quello che è stato un progetto ambizioso, che ha dato un risultato positivo, all’altezza delle aspettative. Incominciamo a vedere i risultati di quello che stiamo facendo per il Gioco e per le iniziative che rappresentano l’identità culturale di Pisa, con il pensiero rivolto a chi, per realizzare al meglio queste manifestazioni, dedica molte fatiche" ha detto il sindaco Filippeschi.Palestra Mattaccini e Santa Maria Gioco del Ponte

Intanto  è in corso al Centro Espositivo SMS di San Michele degli Scalzi la mostra: “1982-2012, 30 anni di  Gioco del Ponte”. Fino al 29 febbraio, da lunedì al sabato con orari 9.30-12-30 ; 15.30, 19.30, sono in esposizione corazze, vestiti, spade d’epoca e poi foto e testimonianze delle battaglie sul carrello. Un percorso pensato anche per i più piccoli che sono guidati dagli esperti del Gioco a conoscerne le tradizioni e attraverso queste ad appassionarsi alla storia della città. Un percorso “interattivo” dove oltre ad ascoltare e a vedere si colora, si gioca, si maneggiano le bandiere e si suona con i tamburi. E infatti ogni giorno l’esposizione è visitata dalle scolaresche pisane. 

Da lunedì 23 gennaio, inoltre, all’SMS c’è un registro dove chi nel corso degli ultimi 30 anni ha partecipato al Gioco come combattente o come figurante è invitato a segnarsi. Durante le celebrazioni del Capodanno pisano, il prossimo 25 marzo, il Comune consegnerà a tutti un riconoscimento.  

Sono a disposizione di tutti visite guidate gratuite, basta essere una comitiva di almeno 10 persone per telefonare al numero 050910277 (ufficio manifestazioni storiche del Comune di Pisa) e prenotarsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco del Ponte: nuova palestra per i Mattaccini e Santa Maria

PisaToday è in caricamento