rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Università

Ripartono i corsi trasversali dell'Università di Pisa aperti a studenti di ogni corso di laurea

Le lezioni iniziano a febbraio, genere e sostenibilità i temi trattati. Imprenditoria e start up ripartirà invece a settembre

Uscire dagli steccati e dalle barriere per cogliere la complessità del presente. Con questo intento ripartono all’Università di Pisa i corsi trasversali rivolti a studenti e studentesse indipendentemente dal corso di laurea di iscrizione. Sono due le iniziative che prendono il via a febbraio dedicate a genere e sostenibilità. Chi invece ha perso il corso su imprenditoria e star up del primo semestre coordinato dal professore Corrado Priami, dovrà aspettare la nuova edizione, tutte le informazioni sui contenuti sono sul sito dedicato.

Il 21 febbraio intanto inizia 'Studi di genere e prospettive interdisciplinari', il corso coordinato dalla professoressa Elettra Stradella nell’ambito della cattedra Jean Monnet 'Euwonder' finanziata dalla Commissione europea. Diciotto lezioni in Sapienza il mercoledì e il giovedì dalle 17.15 alle 19 per un totale di 6 Cfu con docenti dell’Ateneo pisano e non solo.

"Il genere è una chiave di lettura fondamentale della realtà, sia del passato che del presente - racconta la professoressa Stradella – è importante che studenti e studentesse abbiano questa consapevolezza, qualsiasi sarà il loro mestiere futuro e la loro posizione nel mondo".

Il 23 febbraio prenderà avvio il corso 'L’Agenda 2030 e gli obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile' coordinato dalla professoressa Giovanna Pizzanelli. Dodici lezioni per un totale di 3 CFU che si terranno al Polo Piagge il venerdì̀ pomeriggio dalle 14, con docenti ed esperti dell’Ateneo di diverse aree disciplinari.

"Vogliamo introdurre studentesse e studenti al concetto di Sviluppo Sostenibile come articolato nei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 – spiega la professoressa Giovanna Pizzanelli promotrice dell’iniziativa per la Commissione per lo sviluppo sostenibile di Ateneo presieduta dalla prorettrice Elisa Giuliani -, l’approccio è multidisciplinare e comprende la dimensione economica, ambientale e sociale, capire queste tre dimensioni dello sviluppo sostenibile significa conoscere il ruolo delle imprese, della tecnologia e delle istituzioni pubbliche nel perseguimento degli obiettivi dell’Agenda 2030".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripartono i corsi trasversali dell'Università di Pisa aperti a studenti di ogni corso di laurea

PisaToday è in caricamento