Sport

Prosegue la rivoluzione: Michele Marconi saluta e passa all'Alessandria

Il bomber delle ultime tre stagioni lascia il Pisa a titolo definitivo. Compie lo stesso percorso il difensore Simone Benedetti

Continua la rivoluzione all'interno dello spogliatoio nerazzurro. D'altronde il nuovo Ds Claudio Chiellini e il Dg Giovanni Corrado, d'accordo con Luca D'Angelo, lo avevano ampiamente anticipato negli esordi della sessione del calciomercato: la stagione 2021-22 avrebbe visto una rosa modificata in molti suoi elementi rispetto alla formazione che aveva centrato due salvezze consecutive in Serie B. E così, dopo la cessione di Francesco Lisi al Perugia, la società di via Battisti ha comunicato il trasferimento a titolo definitivo di altri due pilastri della recentissima storia nerazzurra.

Il bomber Michele Marconi e il difensore centrale Simone Benedetti hanno salutato la Torre e si sono accasati all'Alessandria, neopromosso in Serie B. Due giocatori che hanno contribuito in modo centrale all'impetuosa crescita della squadra guidata da Luca D'Angelo. Marconi era arrivato a Pisa proprio dalla formazione piemontese nel corso dell'estate 2018 e una volta in nerazzurro è letteralmente esploso. Nella prima stagione, oltre a trascinare i compagni verso la promozione in B a suon di gol, conquistò anche il premio del 'Gol dell'anno della Serie C': il colpo di tacco con cui decise il derby con la Lucchese al Porta Elisa fu da antologia.

Nella prima annata in nerazzurro Michele Marconi mise insieme 32 gettoni tra campionato e playoff, conditi da 12 reti. 4 delle quali decisive nell'appendice che proiettò il Pisa in B. E qui, nella prima vera apparizione in cadetteria della carriera, il centravanti ha saputo migliorarsi: 15 reti in 30 presenze, nonostante la rottura del menisco e un'assenza di due mesi dal campo. E poi il capitolo più recente, rappresentato dalla stagione terminata tre mesi fa: altre 13 reti in 35 partite di campionato. Una stagione purtroppo caratterizzata dalla vicenda giudiziaria che lo ha coinvolto a causa della supposta frase razzista proferita durante la sfida casalinga col Chievo nel dicembre del 2020. Un caso parecchio contorto, affrontato in modo parecchio discutibile dagli organi di giudizio: dapprima l'assoluzione completa del giocatore da qualsiasi accusa, poi la condanna a 10 turni di squalifica in appello. Nei prossimi giorni il giocatore potrebbe ricevere uno sconto dal Coni, ma la 'frittata' ormai è stata fatta e l'etichetta ignobile e immeritata nei suoi confronti resta.

Nel tragitto da Pisa ad Alessandria il bomber sarà accompagnato da Simone Benedetti: il difensore centrale arrivò in nerazzurro nel mercato invernale del 2019, e fin dalla prima apparizione contribuì a blindare la retroguardia nerazzurra. Complessivamente, in tre stagioni e mezzo, Benedetti ha messo insieme 83 presenze e un gol pesantissimo: il colpo di testa della vittoria nel derby casalingo contro lo Spezia nel novembre del 2019 in Serie B.

Il primo impegno ufficiale

Oggi pomeriggio, sul campo del Centro Coni di Tirrenia, i nerazzurri sosterranno un'amichevole con il Cascina. La gara si giocherà a porte chiuse con fischio d'inizio alle 18, ma verrà trasmessa in diretta sulla piattaforma Twitch. Poi sarà la volta del Fiorenzuola, sabato 7 agosto, sempre a Tirrenia. E una settimana dopo il Pisa inizierà a fare sul serio. E' stato definito infatti il tabellone del Primo Turno di Coppa Italia: i nerazzurri debutteranno sabato 14 agosto a Cagliari. La partita si giocherà alle 21 e verrà trasmessa in diretta su Italia 1. La vincente di questa sfida affronterà nel turno successivo, programmato per il 15 dicembre 2021, la vincente del match tra Cittadella e Monza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosegue la rivoluzione: Michele Marconi saluta e passa all'Alessandria

PisaToday è in caricamento