Juve Stabia - Pisa 0-2: le pagelle | Gucher apre, Marconi chiude: nerazzurri irresistibili

Il capitano avvia le danze con un missile su punizione. Marconi chiude la gara con il primo gol stagionale. Perfetta la fase difensiva, anche se Benedetti va in affanno e viene espulso

E' un Pisa perfetto quello che conquista Castellammare di Stabia e conquista la prima vittoria stagionale. Manco a dirlo i ragazzi di Luca D'Angelo lo fanno in trasferta, rispolverano uno dei pezzi forti del loro repertorio. In mezzo ai due gol di Gucher e Marconi c'è tantissima organizzazione e la personalità di gestire i momenti di maggiori spinta degli avversari.

Nessun tiro in porta

Branduani 6, Troest 5.5, Tonucci 5.5, Vitiello 5,5, Germoni 5.5, Calò 5, Addae 5 (dal 46' Rossi 5), Elia 5 (dal 68' Carlini 6), Mallamo 5.5, Di Gennaro 5.5 (dal 73' Canotto 6.5), Cissè 6.

All. Caserta 5.5: i suoi uomini ci mettono tanta intensità, ma non vanno oltre il tanto impegno messo in mezzo al campo. Al triplice fischio del signor Serra le Vespe contano le conclusioni verso la porta di Gori, e scoprono che non hanno mai sporcato i guanti del portierone nerazzurro. Troppo poco per chi vuole salvarsi senza eccessive sofferenze.

Trasferta significa vittoria

Gori 6: attento e preciso nelle uscite alte sui tantissimi cross che i gialloblu calciano in area di rigore. 

Benedetti 5.5: rimedia un giallo evitabile dopo pochi minuti, poi con concentrazione contribuisce a proteggere la porta. Lascia i compagni in inferiorità numerica quando viene ammonito per la seconda volta su Canotto, sofferto molto dal momento del suo ingresso in campo. Al rientro dalla sosta salterà la sfida con la Cremonese.

Aya 6.5: eccezionale nelle letture delle giocate degli avversari. Provvidenziale quando stoppa Canotto quasi a tu per tu con Gori. 

De Vitis 6.5: insieme ad Aya non sbaglia neanche un intervento, guidando con grande personalità la retroguardia.

Lisi 6.5: un moto perpetuo sulla fascia destra, dove costringe il diretto marcatore ad agire quasi esclusivamente in contenimento. Suo l'assist del raddoppio.

Minesso 6: va un po' in affanno sulla pressione che la Juve Stabia porta in mezzo al campo, ma quando riesce a palleggiare con i compagni crea sempre la superiorità numerica. (Dal 53' Belli 6: entra benissimo in campo, ribaltando in un paio di occasioni il campo con delle sgroppate irresistibili. Attento in difesa).

Gucher 6.5: la punizione con cui rompe l'equilibrio del match è un concentrato di potenza e precisione. Nel primo tempo dirige la manovra offensiva, nella ripresa è in cima alla barricata a protezione del doppio vantaggio.

Verna 6.5: svolge un lavoro oscuro preziosissimo. Si vede poco in sganciamento negli ultimi 25 metri, ma dalla metà campo in giù è perfetto per tempi di chiusura e posizione.

Marin 6.5: altra prestazione da veterano, nonostante sia alla seconda uscita in carriera in Serie B. Presente sia in attacco che in difesa, fino a quando la coscia destra lo tradisce e lo costringe alla sostituzione. (Dal 63' Siega 6: mette a referto la prima presenza in campionato regalando ai compagni sostanza ed esperienza nella gestione del doppio vantaggio).

Masucci 6: salta e sgomita di testa in mezzo ai giganti gialloblu, riuscendo molte volte a vincere i duelli offrendo sponde preziose ai compagni. Si vede meno negli ultimi 16 metri. (Dal 68' Asencio 6: subentra decisamente meglio rispetto a come aveva fatto con il Benevento. Dà il via all'azione del raddoppio).

Marconi 6.5: meno nel vivo del gioco rispetto alla partita con il Benevento, ma mette una firma personale pesantissima sul tabellino segnando il primo gol in carriera in cadetteria.

All. D'Angelo 6.5: altro match da evidenziare per impostazione iniziale e capacità di lettura. Il tecnico pescarese anche oggi non sbaglia nessuna mossa, partendo con Marin largo a destra per dare muscolarità al centrocampo dove schiera anche Minesso per un pizzico di qualità in più. Ottima la fase difensiva nella prima parte del secondo tempo, nella quale i suoi uomini riescono a soffrire senza mai sbandare fino al raddoppio finale. Il gol di Marconi arriva al termine di un'azione magistrale, in cui il Pisa sfrutta l'intera ampiezza del campo da destra a sinistra. E poco importa se, a causa dell'espulsione ricevuta a pochi minuti dalla fine della gara, D'Angelo non potrà sedere in panchina in occasione della terza di campionato, il 15 settembre all'Arena contro la Cremonese. Ciò che conta è l'applicazione al lavoro durante la settimana: il tecnico e i suoi ragazzi ne hanno da vendere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piena dell'Arno e maltempo: la diretta della giornata

  • Passano la piena e la paura: Arno in calo LA DIRETTA

  • Arno a Pisa, il sindaco: "Piena contenuta dalle spallette"

  • Piena dell'Arno a Pisa: negozi chiusi dalle 18.30, lunedì scuole chiuse

  • Piena dell'Arno: attivata la procedura di sicurezza, lungarni chiusi

  • Muore a 29 anni farmacista pisana affetta da Sla

Torna su
PisaToday è in caricamento