Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Pisa - Arezzo 2-0 | Cani si scatena e i nerazzurri si risvegliano

Una doppietta dell'attaccante albanese (che non segnava da cinque mesi) regala i tre punti al Pisa dopo due sconfitte consecutive. Il derby con l'Arezzo viene deciso nel primo tempo. Ora la Spal è più vicina

Da possibile partenza nel mercato di gennaio a giocatore decisivo. Il gigante Edgar Cani si risveglia e con una doppietta nel primo tempo decide il derby con l'Arezzo. Un 2-0 che riporta a galla il Pisa, dopo i due ko con Teramo e Ancona che sembravano aver compromesso la corsa verso la vetta. Intanto il secondo posto è riconquistato e il distacco dalla Spal si è ridotto di nuovo a 6 punti.

Ma i nerazzurri dovranno aspettare il risultato del posticipo di lunedì sera tra la capolista e il Pontedera per coltivare qualche speranza. La squadra (orfana di Rozzio e Varela) regala comunque nuove certezze a Gattuso, che aveva chiesto più cattiveria ai suoi uomini. Sul campo è arrivata la risposta che l'allenatore si aspettava. I nerazzurri sono tornati quadrati e aggressivi come nei tempi migliori e l'istinto del gol di Cani ha coronato la prima vittoria all'Arena nel girone di ritorno. Per l'Arezzo (che arrivava da 9 risultati utili consecutivi) è la prima sconfitta esterna del campionato. 

LA PARTITA. Alla lettura delle formazioni la sorpresa è l'assenza di Varela. L'uruguaiano non va nemmeno in panchina a causa di un problema muscolare. Un brutto imprevisto per Gattuso, che cerca di far ripartire il Pisa con le certezze di inizio stagione. A cominciare dal modulo. Senza il suo fantasista 'Ringhio' ripropone il 3-5-2, con Bindi tra i pali, Crescenzi, Lisuzzo e Polverini in difesa. 

Prima da titolare per Tabanelli a centrocampo, con l'ex Cesena schierato mezzala insieme a Verna, mentre Ricci è in regia al posto di Makris. Sugli esterni confermati Avogadri e Mannini. Davanti l'inedita coppia Eusepi-Cani, che non partiva titolare dal derby del 29 novembre contro la Lucchese. 

Tutto confermato nell'Arezzo: Capuano punta ancora sul 4-3-1-2, con Baiocco in porta e Carlini, Panariello, Madrigali e Sabatino in difesa. Centrocampo con Benedetti, Capece e Feola; in attacco Tremolada alle spalle di Greco e Mendicino (preferito a Defendi). 

PRIMO TEMPO. La personalità invocata da Gattuso si vede già nei primi minuti. Il Pisa prende in mano la partita e si riversa in avanti, con un ritmo di gioco elevato fin dai primi minuti. L'Arezzo è costretto nella propria metà campo e soffre le giocate di Mannini e Avogadri sugli esterni  Al 6' però la prima occasione è sui piedi di Tremolada, che dal limite calcia debolmente permettendo a Bindi di bloccare senza problemi.

Il Pisa è vivo e al 12' Eusepi spaventa Baiocco con un diagonale indirizzato sul primo palo, ma il portiere riesce a intervenire. La nuova coppia d'attacco fa buoni movimenti e dopo un bello scambio in area al 17' Cani ha sui piedi la palla del vantaggio, ma calcia col sinistro al volo sopra la traversa. Basta aspettare due minuti per vedere l'1-0 dei nerazzurri: Eusepi approfitta di un pallone perso da Feola sulla trequarti e serve Cani, che si invola verso l'area, supera in velocità due difensori e infila in rete il diagonale. L'attaccante albanese non segnava dall'1-0 all'Ancona del 19 settembre. Cinque mesi di digiuno riscattati da un gol importantissimo. 

Dopo il gol i nerazzurri perdono un po' di mordente e lasciano l'iniziativa all'Arezzo. In campo però la squadra risponde colpo su colpo alla manovra degli amaranto. Il Pisa ritrova quel carattere che l'ha contraddistinto nel girone di andata e chiude il primo tempo segnando il raddoppio, ancora con Cani. L'azione del 2-0, al 41', parte da una straordinaria cavalcata di Mannini sulla fascia sinistra. L'ex Sampdoria serve Eusepi in mezzo e l'attaccante gira di prima per Cani, che si inserisce centralmente e supera Baiocco con un pallonetto. 

SECONDO TEMPO. Capuano non è contento del suo Arezzo e nell'intervallo lascia nello spogliatoio Feola e Mendicino mandando in campo il giovane Varano e Defendi. L'inizio della ripresa è condizionato dai cambi. Anche Gattuso deve fare i conti con le condizioni non ottimali di Tabanelli e Crescenzi e nel giro di due minuti sostituisce il centrocampista e il difensore rispettivamente con Provenzano e Fautario. Il gioco è nelle mani dell'Arezzo, che alza il ritmo e cerca di riaprire la partita. Per poco non ci riesce Greco, che al 48' impegna Bindi con un bel sinistro dal limite dell'area. Il portiere riesce a deviare il pallone.

Non è un Pisa arrendevole però quello del secondo tempo. La qualità del palleggio in mezzo al campo fa la differenza e con pochi tocchi la squadra di Gattuso riesce a impensierire gli amaranto. Al 58' Eusepi viene lanciato a rete dopo un bello scambio tra Ricci e Mannini, ma l'attaccante strozza troppo la conclusione in diagonale e manca il terzo gol. Ci prova anche Ricci al 67' con un bel destro da fuori area che Baiocco alza sopra la traversa con i pugni. 

Il pressing dell'Arezzo non porta risultati e Capuano prova a cambiare ancora in attacco togliendo l'ex nerazzurro Greco (insufficiente la sua partita) per un altro giovane, il classe '96 Mariani. Ma le uniche occasioni arrivano all'81' con un tiro dalla distanza di Capece finito a lato e all'88': stavolta è la conclusione di Panariello a finire di poco fuori. L'ultimo cambio di Gattuso invece è Makris, chiamato a guidare il centrocampo al posto di Ricci. Nel finale il Pisa gestisce comunque senza problemi la manovra degli amaranto. Dopo due brutti ko Mannini e compagni ritrovano i tre punti. 

PISA – AREZZO 2-0

PISA (3-5-2): Bindi 6.5; Crescenzi 7 (6' st Fautario 6.5), Lisuzzo 6.5, Polverini 6.5; Avogadri 6.5, Verna 6.5, Ricci 7 (39' st Makris s.v.), Tabanelli 6.5 (4' st Provenzano 6.5), Mannini 7.5; Cani 8, Eusepi 7. A disp.: Brunelli, Golubovic, Sanseverino, Montella, Di Tacchio, Peralta, Giacobbe. All.: Gennaro Gattuso

AREZZO (4-3-1-2): Baiocco 6; Carlini 5, Panariello 6, Madrigali 5.5, Sabatino 5.5; Benedetti 6, Capece 6, Feola 5.5 (1' st Varano 5.5); Tremolada 6; Greco 5.5 (32' st Mariani s.v.), Mendicino 5 (1' st Defendi 5.5). A disp.: Ronchi, De Martino, Milesi, Brumat, Gambadori, Masciangelo, Pugliese. All.: Ezio Capuano

ARBITRO: Fabio Piscopo di Imperia, assistenti: Davide Imperiale di Genova e Christian Rossi di La Spezia

RETI: 19' pt, 41' pt Cani

NOTE: ammoniti: Eusepi, Greco. Angoli: 2-7. Recupero: 1' + 3'.  Spettatori: 5.163

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Arezzo 2-0 | Cani si scatena e i nerazzurri si risvegliano

PisaToday è in caricamento