rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Sport

Pisa - Monza: le probabili formazioni | Pazienza: "Domani testa, cuore e gambe ad una partita importante per noi"

Il tecnico nerazzurro ha spiegato che la squadra ha lavorato al meglio durante la sosta. Molte scelte a centrocampo ed in attacco, con Sainz Maza in rampa di lancio per una maglia da titolare

Il campo, finalmente. Dopo tre lunghe settimane di sosta il Pisa si avvicina all'appuntamento con una gara ufficiale di campionato, riannodando il filo con la partita di Siena del 30 dicembre 2017. Domani, 21 gennaio, alle ore 14.30 i nerazzurri di mister Pazienza sfideranno il Monza in occasione del 22° turno del Girone A. Mannini e compagni lanciano la rincorsa al secondo posto (obiettivo primario al momento) contro i brianzoli, attestati subito dietro in graduatoria a -6 – 36 punti il Pisa, 30 i lombardi.

"C'è abbondanza di scelte dal centrocampo in su"

Mister Pazienza esordisce in conferenza stampa facendo una panoramica sul lavoro svolto nel corso della pausa. "Abbiamo messo benzina nelle gambe e affinato i meccanismi tecnici e tattici - spiega il tecnico - qualcuno purtroppo è rientrato con qualche acciacco di stagione. Ma la squadra nel complesso ha lavorato bene e sono contento". Per la gara di domani tutti gli effettivi saranno a disposizione, compreso l'unico nuovo arrivo finora, Sainz Maza. "Il ragazzo rappresenta uno dei dubbi che devo ancora sciogliere, ha tanta voglia e sono sicuro che ci darà una grossa mano perché ha delle doti che per la C sono veramente importanti".

Il giocatore spagnolo è in ballottaggio con gli altri elementi che agiscono in zona offensiva, e non è escluso per questo motivo il passaggio all'impostazione con lo schema 4-2-3-1. Lo schermo davanti alla difesa sarà costituito da una coppia che molto probabilmente verrà costituita da Gucher ed uno fra Izzillo e De Vitis, con il secondo più avvantaggiato per la maglia da titolare. "Sono veramente contento di avere dubbi e pensieri positivi riguardo a chi dover schierare la domenica - commenta l'allenatore - questa squadra ha bisogno di concorrenza in tutti i reparti. Ben vengano i giocatori forti e in grado di mettermi in difficoltà nelle valutazioni e nelle scelte".

Attenzione poi focalizzata sull'avversario brianzolo. "Il Monza riesce a mettere in difficoltà le squadre che provano a costruire il gioco - commenta Pazienza - perché sono molto bravi a disporsi su due linee molto strette fra di loro. Ma noi dovremo essere abili nella ricerca e occupazione degli spazi". Secondo l'allenatore nerazzurro la pausa è servita alla squadra per poter metabolizzare al meglio alcuni correttivi da mettere in campo già da domani. Per Pazienza, inoltre, il match contro i lombardi dovrà essere interpretato nel migliore dei modi anche dal punto di vista mentale. "Il mercato è normale che un minimo distragga chi poi scende in campo - sottolinea il mister - e da questo punto di vista ritengo che le tre settimane di pausa siano state utili per non disputare gare ufficiali in concomitanza delle trattative. E domani per un'ora e mezzo dovremo assolutamente pensare al rettangolo verde".

Qui Monza

La squadra di mister Zaffaroni si presenterà all'Arena Garibaldi con una sola novità proveniente dal mercato invernale. I biancorossi infatti al momento hanno appena rinforzato l'organico con l'ingaggio del giovane attaccante classe '96 Andrea Padula. Si tratta di un rinforzo per la panchina: difficilmente infatti la punta nel breve termine riuscirà a scavalcare le gerarchie del reparto avanzato. La truppa brianzola inoltre ha salutato uno degli uomini più rappresentativi del ritorno tra i professionisti: l'attaccante Loris Palazzo, autore di 30 reti nelle due stagioni e mezzo trascorse al 'Brianteo', ha rescisso il contratto.

Il Monza si è preparato alla gara di domani sfidando in amichevole una squadra di pari livello: si tratta del Renate, terzo in classifica nel Girone B dietro a Sambenedettese e Padova. 1-1 il risultato finale nel test match disputato, curiosamente, contro una squadra che porta gli stessi colori sociali del Pisa. Con tutta probabilità i brianzoli si disporranno con il consueto 4-4-2 quadrato ed organizzato che ha permesso a Liverani e compagni di ottenere 8 vittorie, 6 pareggi e altrettante sconfitte. I due elementi di maggior tecnica e pericolosità della rosa biancorossa sono il centravanti Sasha Cori – autore di 5 reti – e del numero dieci Andrea D’Errico – 4 reti e molti assist vincenti – che già nella gara d'andata creò qualche grattacapo alla difesa nerazzurra grazie alla sua rapidità ed imprevedibilità.

Davanti all'estremo difensore Liverani (che neutralizzò il rigore della vittoria ad Eusepi al 93'), giostrerà una linea difensiva a quattro con Caverzasi e Riva perni centrali. Esterno della mediana sarà Giudici, capace di mettere a segno ben 7 reti pur partendo dalla fascia. In cabina di regia Guidetti e Perini proveranno ad accendere Cogliati e Cori.

L'arbitro e le curiosità statistiche della partita

La sfida dell'Arena Garibaldi è stata affidata al signor Daniele De Remigis della sezione di Teramo. Il fischietto abruzzese è alla sua terza stagione in Serie C, categoria in cui ha diretto in totale 33 partite. Quello di domani rappresenterà l'esordio con entrambe le formazioni: De Remigis infatti non ha mai diretto nessun match ufficiale di Pisa e Monza.

Il Pisa giunge alla ripresa dopo la sosta forte del quarto posto e dei 36 punti ottenuti in 20 partite. Da qui alla fine della stagione però i nerazzurri, se davvero nutrono l'ambizione di installarsi stabilmente al secondo posto e la speranza di insidiare la vetta, dovranno migliorare lo score casalingo. Le 5 vittorie ed i 4 pareggi finora ottenuti sono un passo fin troppo cadenzato, sottolineato anche dallo stesso direttore Ferrara, che ha spiegato che la squadra "ha sofferto troppo contro le cosiddette piccole sul terreno di casa". Il Monza invece arriva alla sfida dell'Arena Garibaldi con un lusinghiero quinto posto, visto l'obiettivo della salvezza individuato a inizio campionato. I 4 blitz esterni compiuti fino ad oggi sono un ottimo ruolino di marcia per gli uomini di Zaffaroni, che hanno raccolto praticamente la metà dei punti totali (14 sui 30 complessivi) lontano dal 'Brianteo'. I nerazzurri dovranno quindi prestare molta attenzione alle ripartenze biancorosse.

I numeri dei precedenti in terra toscana però sembrano spingere il Pisa verso un successo positivo. L'esordio della sfida fra nerazzurri e brianzoli avvenne nel 1951, nel campionato di Serie B: terminò in parità, sul punteggio di 0-0. Nel '66, sempre in B, si assisté alla prima vittoria del Pisa (1-0). Impossibile, al netto dei ripetuti incroci avvenuti in cadetteria negli anni '80, non andare con la mente a quel 17 giugno 2007 che sancì la promozione del Pisa in B al termine dei playoff. Un'Arena straboccante spinse gli uomini di Braglia ad un 2-0 che ribaltò il successo brianzolo dell’andata (1-0), con quel celebre "mo' ci faccio 'o pallonetto" di Nicola Ciotola, che lanciò un'intera città in un tripudio euforico. In campo, in quella doppia sfida, il capitano biancorosso era proprio Marco Zaffaroni, attuale tecnico del Monza.

Sono in totale 16 i precedenti fra le due squadre, con il Monza mai vittorioso in Toscana. Sono 8 i successi nerazzurri, e altrettanti i pareggi.

Le probabili formazioni

Pisa (4-2-3-1): Petkovic; Filippini, Carillo, Ingrosso, Birindelli; Gucher, De Vitis; Sainz Maza, Negro, Mannini; Eusepi. All. Pazienza

Monza (4-4-2): Liverani; Adorni, Caverzasi, Riva, Tentardini; D'Errico, Guidetti, Perini, Giudici; Cogliati, Cori. All. Zaffaroni

probabile formazione pisa 21 gennaio 2018probabile formazione monza 21 gennaio 2018

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa - Monza: le probabili formazioni | Pazienza: "Domani testa, cuore e gambe ad una partita importante per noi"

PisaToday è in caricamento