Mercoledì, 23 Giugno 2021
Sport Porta a Lucca

Pisa Spal 1-2 | L'inizio del nuovo anno rimane indigesto al Pisa

Con una doppietta del proprio bomber gli estensi espugnano meritatamente l'Arena. Al Pisa non basta il solito Perna e una ripresa grintosa e determinata.

Probabilmente a fine del primo tempo i tifosi del Pisa giunti all’Arena credevano che si trattasse di uno scherzo, perché l’Epifania, oltre a portar via tutte le festività, sembrava aver preso con sè anche il Pisa, brutta copia della squadra ammirata nella seconda parte di 2011. Abulici, poco cattivi, lenti e svagati, i neroazzurri sono stati per 45 minuti in balia di una Spal non trascendentale, ma sicuramente ordinata, tonica e con più mordente.

IL MATCH. Pagliari lancia dal primo minuto l’ultimo acquisto Tulli e lo schiera a supporto di Perna. Rientrano dal primo minuto Raimondi e Scampini, e non sarà una gran giornata per loro. Carparelli si accomoda in panchina (restandoci per 90’, perché?!) e Obodo in tribuna. La Spal invece schiera Mendy e Melara larghi e bomber Arma punta centrale. La prima frazione è un monologo degli estensi, che nel primo quarto d’ora si presentano al tiro per ben tre volte, senza tuttavia costringere Pugliesi agli straordinari. Dal 23’ al 28’ però la Spal uccide la partita: prima Arma insacca da due passi una pennellata di Cosner, poi lo stesso centravanti ospite anticipa secco Raimondi e puntella in rete un traversone di Rossi. La reazione del Pisa è zero e permette a Capecchi di andare a riposo con i guantoni ancora inutilizzati. Nella ripresa Pagliari getta nella mischia Strizzolo e Perez in luogo di Scampini e Ilari in formato fantasma, passando a un 4-2-4, che nei primi minuti produce però una grande occasione in contropiede per la Spal, con Arma che sfiora il palo a Pugliesi battuto. Al 13’ però il Pisa rientra nel match: Tremolada dalla bandierina pesca Perna che da vero bomber anticipa tutti e di testa infila Capecchi. L’Arena si infiamma e i neroazzurri provano a completare la rimonta ma al 18’ Capecchi si distende e toglie dall’angolino un’inzuccata di Audel. Intorno alla mezz’ora Tremolada trova il pari, calciando direttamente in porta una punizione di seconda. L’arbitro, giustamente, annulla, spegnendo la gioia del Pisa e affievolendo la spinta locale, con la Spal che torna pericolosissima con Fortunato che sfiora il tris da ottima posizione. Nei minuti di recupero il Pisa assedia la Spal nella propria area di rigore, ma né Perna né Audel riescono a trovare la porta da buona posizione.

LA CHIAVE. Per la serie, anche i migliori possono sbagliare, stavolta Dino Pagliari non ha convinto a pieno con le sue scelte. Buscaroli in panchina è stato un grosso azzardo, così come rilanciare dal primo minuto un Raimondi tutto fuorchè pronto e uno Scampini francamente impresentabile. L’assenza di Obodo si è fatta sentire più del dovuto e vedere Carparelli relegato 90’ a bordo campo ha lasciato piuttosto perplessi, così come la scelta di riproporre Ilari. I “ragazzotti”, poco grintosi e cattivi, non hanno ancora smaltito il carico di lavoro durante la sosta. Se il Pisa è davvero questo (cosa che non crediamo) occorrerà arrivare in fretta a quaranta punti, oppure pensare ad attingere in modo un po’ più deciso al mercato.

DICHIARAZIONI POST GARA. Al termine della gara mister Dino Pagliari non è soddisfatto ovviamente del risultato: "Mi dispiace molto - dice il tecnico nerazzurro - perchè evidentemente non sono riuscito a dare alla squadra le giuste motivazioni durante la sosta natalizia”. L'autore del gol, Raffaele Perna, invece avrebbe barattato la sua marcatura con una vittoria della squadra: ”Avendo perso non posso essere certo soddisfatto. Non siamo riusciti a raddrizzare la partita come in altre occasioni e questo ci dispiace”. Il nuovo arrivato Giacomo Tulli è sceso in campo dal primo minuto: ”Siamo entrati in campo poco concentrati - conferma l'ex Vicenza - e in certe occasioni siamo stati sfortunati, ma dobbiamo provare a rifarci subito nelle due trasferte che ci aspettano. Esordire qua all'Arena è bellissimo, ma mi spiace veramente tanto per il risultato finale”. Rientrato dopo un lungo infortunio, Gabriel Raimondi ha indossato la fascia di capitano per l'assenza di Carparelli: ”Purtroppo speravo di rientrare in maniera diversa. Ringrazio tutto lo staff che mi ha rimesso in sesto, ma non sono contento per la gara di oggi. Dobbiamo evitare questi approcci alle partite perchè non sempre possono riuscire le rimonte stile Monza”.

Pisa - Spal 1-2

PISA (4-4-2): Pugliesi 6; Audel 5.5, Bizzotto 6, Raimondi 5, Benedetti 5; Ilari 4,5 (1'st Perez 6), Tremolada 7, Scampini 4,5 (1' st Strizzolo 6), Favasuli 6; Perna 6.5, Tulli 6 (44' st Benvenga sv). A disp. Sepe, Buscaroli, Berardocco, Carparelli. All. Dino Pagliari  
SPAL (4-1-4-1): Capecchi 6.5; Cosner 6.5, Zamboni 6.5, Pambianchi 6.5, Rossi. G 7 (45' st Canzian); Agnelli 7; Melara 7, Migliorini 6 (32' st Fortunato 6), Castiglia 6.5, Mendy 7 (29' st Laurenti 6); Arma 7.5. A disp. Teodorani, Beduschi, Giringhelli, Marconi. All. Stefano Vecchi  
ARBITRO: Simone Aversano di Treviso 6.5 (Ass. Genovese di Rossano (CS) 6.5 - Regazzo di Treviso 6)
RETI: pt 23' e 27' Arma; st 13' Perna
NOTE: giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. In curva Sud erano presenti una ventina di tifosi estensi. Ammoniti Pambianchi, Migliorini Scampini, Perna, Mendy, Melara. Angoli 7-2. Rec. pt 1', st 4'.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa Spal 1-2 | L'inizio del nuovo anno rimane indigesto al Pisa

PisaToday è in caricamento