Sport

Pordenone-Pisa, le probabili formazioni | Semifinale play off, scocca l’ora X

La finale si avvicina, e il Pisa è chiamato a una prestazione di livello anche a Pordenone, nonostante il secco 3-0 dell’andata

Atto secondo della semifinale play off, che domani, domenica 29 maggio alle 16:00, andrà in scena al 'Bottecchia', dove Pordenone e Pisa, rispettivamente classificate seconde nei girone A e B, si affronteranno nella gara di ritorno. I nerazzurri sono forti del 3-0 maturato all’Arena Garibaldi lo scorso weekend grazie alla tripletta del talentuoso Varela, che ha avvicinato la truppa toscana alla doppia finale, che si giocherà il 5 e il 12 giugno contro la vincente del match Foggia-Lecce; i ramarri friulani sono chiamati all’impresa, ma se è vero che nel calcio niente è impossibile e i miracoli sembrano esistere, occorrerà mantenere alta la concentrazione. Soprattutto dopo una settimana lunga e complessa, dove le vicende societarie, in casa Pisa, hanno tenuto banco, con vari botta e risposta tra le due parti – Lucchesi e Petroni – che si sono poi chiuse ieri pomeriggio con lo sfogo di mister Gattuso che ha puntualizzato vari aspetti della faccenda.

Il tecnico vuole però pensare al calcio giocato: “A Pordenone ci sarà da soffrire, ma non dobbiamo fare calcoli, pensiamo solo a giocare con il coltello tra i denti per 95 minuti, con rabbia agonistica. Per altro le condizioni climatiche dovrebbero essere migliori rispetto alla settimana scorsa, ci siamo allenati con temperature più alte di quelle che troveremo”.
Fiducia massima nella squadra: “In settimana ho visto una squadra vogliosa, molto cresciuta come mentalità. Nella gara di andata abbiamo raccolto il massimo, anche se loro qualche occasione l'hanno avuta, adesso dobbiamo stare attenti e mantenere alta la concentrazione, loro sanno giocare a calcio: ma noi delle sicurezze le abbiamo”.

QUI PISA. Squadra al completo quella partita per il Friuli (ovvia l’assenza di Polverini, che, dopo la rottura del crociato e la seguente operazione, si rivedrà in campo dopo il ritiro estivo), con mister Gattuso intenzionato a schierare la formazione migliore senza badare ai diffidati. Possibile quindi il 4-3-3 di domenica scorsa, con Bindi tra i pali, Golubovic, Crescenzi, Lisuzzo e Avogadri a formare il pacchetto difensivo, Verna, Di Tacchio e Tabanelli a centrocampo e il roboante tridente d’attacco fatto da Varela, Eusepi e Mannini. Ipotizzabile, però, anche lo schieramento di Avogadri a destra, nel suo ruolo naturale, e Fautario a sinistra, anche per consentirgli di riprendere minutaggio dopo lo stop forzato.

QUI PORDENONE. Dramma neroverde per quel che concerne l’attacco, con l’ex di turno, Strizzolo che va a far compagnia in infermeria ad altri due uomini del reparto, Filippini e Martignago; recupera invece Cattaneo, ma a mezzo servizio, e anche Ingegneri per quel che invece concerne la difesa. Sicuramente il calciatore sarà schierato nei quattro che proteggeranno la porta di Tomei, e che, oltre a Ingegneri appunto, rispondono ai nomi di Boniotti, Stefani e Martin. Consolidato 4-3-3, quindi, con Mandorlini, Pasa e Pederzoli a centrocampo, e tanti dubbi sul tridente: possibile l’impiego Berrettoni, Beltrame e Valente, che potrebbe partire titolare per poi far spazio a Cattaneo, che non ha ovviamente i 90’ nelle gambe.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pordenone-Pisa, le probabili formazioni | Semifinale play off, scocca l’ora X

PisaToday è in caricamento