Sabato, 25 Settembre 2021
Sport

Ac Pisa 1909, la Curva Nord trema: "Non c'è certezza, dove sono i soci forti?"

I gruppi organizzati della Curva Nord dell'Arena Garibaldi in un comunicato esprimono tutta la loro preoccupazione per una situazione societaria ingarbugliata, che vede rimpalli di responsabilità tra Battini e Lucchesi e l'assenza dei soci annunciati dall'attuale presidente

La Curva Nord 'Maurizio Alberti' fa sentire la propria voce. Stavolta però non per incitare la squadra durante una partita all'Arena, ma per mostrare tutta l'ansia, la paura, la sfiducia verso una situazione societaria "complicata, senza nessuna chiarezza e sicurezza".

"Non possiamo che ripartire dall’assemblea da noi indetta verso la metà del mese di agosto - dicono i gruppi organizzati della Nord - in quella circostanza la nostra posizione di astenersi riguardo al gradimento verso l’operazione di acquisto della società, presentata dall’attuale presidente Lucchesi, si basava soprattutto su questi punti: la non conoscenza dei veri soci e la loro reale 'esistenza', la posizione di Battini in una eventuale nuova società e come si sarebbe fatto fronte ai debiti delle passate stagioni. Ad oggi le nostre convinzioni non si sono altro che rafforzate".

"Sono passate non tre settimane, come annunciato, ma tre mesi e purtroppo dei soci forti che dovevano arrivare non ne abbiamo vista neanche l’ombra - sottolineano i tifosi - l’unico socio rimane proprio Battini e, come da noi ampliamente pronosticato, è già rottura completa tra i due. Si rimpallano le responsabilità, non si capisce chi e quanto deve pagare e questa situazione rischia veramente di portare il Pisa in guai seri: le scadenze si avvicinano e i pagamenti non si vedono. Tutti problemi da noi detti e ridetti alla famosa assemblea e che puntualmente si sono avverati".

"A noi non interessa chi deve pagare, basta che si faccia ed al più presto - esortano dalla Curva Nord - anche perché ad oggi è Lucchesi che detiene la maggioranza delle quote (80%) e quindi è inutile stare a rincorrere Battini. Se il vecchio presidente non adempie ai suoi doveri ora tocca esclusivamente al nuovo.
Ed anche le parole di Lucchesi, il quale continua a dire che i soci non arrivano finché non viene chiuso il bilancio, ci sembrano inappropriate poichè ci ha più volte ribadito che con lui c’erano più soci forti ed economicamente solidi. Possibile che tutti questi non riescono a liquidare Battini? Possibile che tra tutti non riescono a sanare e chiudere un bilancio? Le cifre di cui parliamo non sono certo stratosferiche. La paura che dietro a Lucchesi non ci sia nessuno  onestamente aumenta".
"Su Battini niente di nuovo - incalzano - per noi in società non doveva esserci, mettere il suo nome accostato alla parola 'garanzia' è veramente una barzelletta".

"Detto questo è innegabile che Lucchesi sportivamente parlando ha avuto il merito di riportare entusiasmo nella tifoseria e nessuno ha mai messo in discussione le sue capacità come direttore sportivo - chiariscono - ma ci sembra che a livello societario sia veramente una situazione complicata".
"Concludiamo - e il messaggio va ai giocatori - dicendo alla squadra che noi ci saremo sempre e comunque, come dimostrato sabato mattina a San Giuliano. Il nostro apporto nei loro confronti non mancherà sicuramente ma a livello societario siamo stanchi di sentire promesse e parole al vento. La stabilità societaria che tutta Pisa quest’estate cercava (… e che in tanti credevano di aver trovato...) è veramente lontana". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ac Pisa 1909, la Curva Nord trema: "Non c'è certezza, dove sono i soci forti?"

PisaToday è in caricamento