menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Festività, Vicopisano terra di presepi: le realizzazioni

Torna la stella cometa al Chiesino del Castellare, poi recuperi ed opere d'arte sul territorio

Aria di festività e Vicopisano si riscopre terra di presepi, tra Uliveto Terme, San Giovanni alla Vena e Vicopisano. Ci sono varie installazioni da scoprire, piccoli, grandi capolavori, frutto di passione e desiderio di festeggiare questo Natale 'diverso', condividendolo ancora di più con tutta la comunità.

Come in località Santissima Annunziata a Uliveto Terme. Alcune famiglie hanno realizzato un presepe e l’Amministrazione Comunale lo ha illuminato in modo da renderlo sempre visibile e ancora più suggestivo. Usando le parole di coloro che lo hanno completato: "Il ringraziamento più grande lo facciamo ai nostri ragazzi che in queste settimane non si sono risparmiati e hanno lavorato sodo. Questo Natale sarà diverso così abbiamo pensato di accendere una luce per scaldare i cuori dei più deboli e fragili. Buon Natale dai residenti di via Santissima Annunziata: Famiglia Celi, Naun, Desi e il piccolo Mario, famiglia Congiu, Roberto, Mariagrazia e la piccola Aurora, famiglia Marinai, Roberto, Sabrina, Lorenzo e Martina, famiglia Nencini, Simone, Manuela, Asia, Francesco e Paola".

E' tornata a brillare a San Giovanni alla Vena, grazie al Comitato del Castellare, la magnifica stella cometa davanti al Chiesino, sul Monte Castellare. Da qualsiasi punto si guardi illumina e sembra sospesa nel cielo. E sempre a San Giovanni alla Vena, in Piazza della Repubblica, il Comitato del Castellare ha allestito un grande albero luminoso accanto al quale l'artista Angelo Perini, ha posizionato la sua opera 'Il presepe dell'albero'. Ci vuole tempo ad ammirarlo, a scoprirne ogni minuzioso e preciso dettaglio. L'artista, che quest'anno non ha potuto aprire il suo tradizionale Presepe dell'Angelo, incastonato in una nicchia settecentesca, ha sanato e assemblato varie radici di olivo del Monte Pisano, rivestendole di muschio e illuminandole con oltre 300 lucine. Ha ricavato poi, nel legno, un Presepe, con la Grotta della Natività. "L’Amministrazione Comunale - dice Perini - mi ha dato l’opportunità di portare un po’ di luce in questi tempi difficili. Non posso che dire grazie, anche perché mi ha permesso di mantenere l’allenamento per il Presepe dell’Angelo 2021, vi aspetto!".

Terza tappa Vicopisano e il presepe nel borgo. Lo ha realizzato il concittadino Antonio Veronese, per il quarto anno, ma stavolta, invece che vicino alla sua casa, lo ha realizzato nei chiassi, in parte privati e in parte pubblici, che ha recuperato. Un presepe ricavato in un’area che, tra muretti a secco, aiuole verdi, fiori, attenzione a ogni dettaglio e vista dall'altro e sulla Torre dell’Orologio, è un autentico gioiello. Un recupero, di grande qualità, che consente di apprezzare i chiassi in tutta la loro bellezza, resi ancora più suggestivi dagli angoli verdi, dai fiori e da ogni minimo spazio curato.

"Ringrazio, a nome dell'Amministrazione Comunale, le famiglie di Santissima Annunziata - dice il Sindaco Matteo Ferrucci - il Comitato del Castellare, l'artista Perini, il nostro concittadino Veronese perché, con questi doni così belli, oltre a farci sentire di più il Natale, ci fanno avvertire ancora di più il valore della comunità e della condivisione, del fare qualcosa per gli altri. Ed è proprio quello che ci vuole, in questo momento più che mai".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in provincia: oltre 30 nuovi casi in Valdera

  • Cronaca

    Confcommercio in protesta a Firenze: "Una data per riaprire o lo faremo il Primo maggio"

  • Cronaca

    Contributi elettorali, l'ex governatore Rossi a processo per falso

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento