Dpcm, consentita la consegna a domicilio: ingresso libero per gli esercenti nella Ztl cittadina

E' necessario rivolgersi alla Pisamo per il rilascio dell'autorizzazione

A seguito dell’ultimo Dpcm del 24 ottobre scorso che dispone la chiusura degli esercizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, etc.) dalle ore 18.00 alle ore 5.00 ma che consente, in qualsiasi orario, la ristorazione con consegna a domicilio, il Comune di Pisa autorizza l’accesso all’interno della Ztl cittadina dalle 18.00 alle 24.00 alle aziende che effettuano attività di consegna a domicilio di alimenti e bevande.
"In considerazione delle nuove restrizioni decise dal Governo che danneggiano gravemente le attività imprenditoriali della ristorazione - dice Paolo Pesciatini, assessore al Commercio - abbiamo ritenuto necessario intervenire, come già accaduto nella Fase 1 nella primavera scorsa, per supportare queste attività facilitando i loro servizi per la consegna a domicilio ai clienti consentendo l’accesso nelle zone della Ztl cittadina".
La disposizione, in vigore fino al 24 novembre prossimo, è valida tutti i giorni feriali, festivi e prefestivi.
Le aziende interessate o le associazioni di categoria per conto dei loro associati dovranno rivolgersi alla Pisamo srl (e-mail frontoffice@pisamo.it) per il rilascio del relativo titolo di ingresso in Ztl indicando nominativo del ristorante/pizzeria/pasticceria, nome del titolare e targa del veicolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Coronavirus in Toscana: 2.200 casi, 48 decessi

  • Coronavirus in Toscana, calano i nuovi positivi: sono 1972

  • Coronavirus in Toscana, oltre 1900 i nuovi contagi: calano i ricoveri

  • In isolamento Covid da oltre un mese: limbo regolamentare per il 'positivo a lungo termine'

Torna su
PisaToday è in caricamento