Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Pisa Mover, l'ex direttore dei lavori: "Dubbi sulla gestione degli appalti"

L'ingegner De Michelis ha scritto una lettera indirizzata al sindaco e ai capigruppo consiliari. Pisamo e il Comune hanno avvisato la magistratura difendendosi dalle accuse. Fiorindi: "Tutto con la massima trasparenza"

Ombre sulla gestione di appalti e subappalti e sullo svolgimento di alcune lavorazioni del People Mover. E' quanto sostiene in una lettera, indirizzata al sindaco di Pisa Marco Filippeschi e a tutti i capigruppo consiliari, l'ingegner Giampiero De Michelis, ex direttore dei lavori del cantiere della metropolitana di superficie che collegherà l'aeroporto alla stazione ferroviaria. Una lettera che ora finisce in Procura, visto che Pisamo, la municipalizzata che si occupa della mobilità, e il Comune hanno informato la magistratura e respinto le accuse.
De Michelis era stato
estromesso dalla Sintel Engineering il 17 dicembre e sostituito nella direzione dei lavori dall'ingegnere Francesco Cocciante che, secondo lo stesso ex direttore dei lavori, "non ha neppure i requisiti per svolgere quell'incarico". Inoltre l'ingegnere dice di essere stato silurato perchè si è rifiutato di controfirmare la rendicontazione dei lavori "dopo la modifica delle schede contabili" per mascherare alcune inadempienze e non perdere i finanziamenti europei. Una condotta, accusa De Michelis, "avallata anche dal responsabile unico del procedimento, Alessandro Florindi".

"Ciò che afferma l'ingegnere - replica il direttore di Pisamo Fiorindi - è falso, sia per quanto riguarda la contabilità sia per quanto riguarda le lavorazioni, tant'è che tutti gli stati di avanzamento sono stati da lui certificati fin quando è stato in carica. Ma è falso anche che io abbia avallato la sua sostituzione e lo dimostra una lettera indirizzata a Pisamover, il raggruppamento di imprese che realizza la metropolitana, e per conoscenza a Sintel e al Comune, inviata il 18 dicembre scorso, 24 ore dopo essere stato informato della revoca di De Michelis e della nuova nomina di Cocciante, con la quale afferma che si tratta di 'un'operazione intempestiva considerando le scadenze imminenti per la rendicontazione dei lavori (31/12/2015)'. Per tutto il resto sarà la magistratura, se lo riterrà opportuno, a fare chiarezza fino in fondo. Noi siamo sicuri che procedure e lavori siano stati svolti con la massima trasparenza".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pisa Mover, l'ex direttore dei lavori: "Dubbi sulla gestione degli appalti"

PisaToday è in caricamento