San Giusto, riapre il parcheggio di via Da Morrona: 230 posti auto, la metà gratuiti

La riapertura è fissata per lunedì 18 marzo. I lavori sono stati eseguiti da Pisamo

Da lunedì 18 marzo riapre il parcheggio di via da Morrona dopo i lavori di pulizia e messa in sicurezza dell’area. L’area, di proprietà di Ferrovie dello Stato, era in stato di abbandono, sprovvista di gestione e manutenzione, spesso oggetto di segnalazioni da parte dei residenti per degrado, sporcizia e mancanza di sicurezza. I lavori eseguiti da Pisamo hanno riguardato la pulizia dell’area, il taglio dell’erba, la rimozione dei rifiuti abbandonati, il ripristino del cancello di chiusura del parcheggio (con annessa sbarra anti-camper) e della segnaletica a terra con la definizione di 230 posti auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul 50% di essi, la Giunta comunale ha approvato la delibera di istituzione del pagamento, con tariffa oraria ridotta pari a €/h 0,50 con orario 8-20, estendendo anche a quest’area la validità dei permessi annuali per residenti e domiciliati in ZSC della zona San Marco-San Giusto, mentre sull’altro 50% dell’area è stata prevista la sosta non a pagamento in modo da favorire i pendolari. Per impedire usi impropri del parcheggio è stata definita la chiusura notturna dalle 24 alle 06, con la possibilità di lasciare comunque l’auto dentro al parcheggio nelle ore notturne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 254 nuovi casi in Toscana, 3.226 i contagi 

  • Coronavirus e commercio: dichiarato lo sciopero per punti vendita e supermercati

  • Coronavirus: 224 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: i negozi che effettuano consegne a domicilio a Pisa e provincia

Torna su
PisaToday è in caricamento