rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Pontedera

Pontedera: apre la Casa della Salute

I 21 medici di famiglia del territorio di Pontedera riuniti in un'unica struttura multifunzione in via Fleming, che potrà così dare maggiori servizi ai 27mila cittadini assistiti. L'assessore regionale Stefania Saccardi: "Esempio per l'intera Toscana"

Apre la Casa della Salute di Pontedera. Sarà punto di riferimento per i 27mila assistiti di Pontedera, con i 21 medici di famiglia che riceveranno in via Fleming dalle 9 alle 19, dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 10 del sabato e prefestivi. Sono 10 ore al giorno di copertura, con la vicinanza della residenza sanitaria assistenziale 'M.Leoncini' che da anche la disponibilità di 6 posti letto di cure intermedie, per 90mila persone prese in carico in totale.

I medici di famiglia lavoreranno insieme ai medici del distretto, agli infermieri e ad altri operatori del territorio, sanitari, sociali ed amministrativi e con i medici dell'ospedale Lotti, con i quali è stata avviata una importante collaborazione per l'effettuazione di consulenze specialistiche e di supporto per approfondimenti diagnostici di laboratorio o strumentali.

"Visto che stiamo scrivendo la legge di riforma del sistema sanitario toscano - afferma l'assessore regionale Stefania Saccardi interventua all'apertura - sono venuta a vedere una zona dove i servizi territoriali funzionano". "La riforma non è necessaria solo per risparmiare - ha continuato - ma, soprattutto, per mantenere alto il livello di assistenza specialmente nei servizi più vicini alle persone".

Molti obiettivi della Casa della Salute. Tra questi la creazione di un punto di riferimento ben identificabile dai cittadini di Pontedera per tutti quei bisogni di salute che non necessitano il ricorso all'ospedale; la semplificazione all'accesso ai servizi territoriali; l'estensione della 'Sanità di Iniziativa' e del 'Chronic Care Model' per la presa in carico proattiva e precoce dei pazienti cronici; l'implementazione di percorsi integrati con l'ospedale per assicurare la continuità assistenziale; la riduzione della variabilità professionale e il miglioramento dell'appropriatezza nell'accesso alle prestazioni sanitarie (farmaceutica, specialistica, ricoveri ecc…); la valorizzazione del lavoro in equipe offrendo un servizio integrato tra le diverse professionalità che lavorano nei servizi territoriali.

Anche il sindaco di Pontedera Simone Millozzi ha voluto ringraziare sia la Asl 5, sia la Società della Salute nonché i medici di famiglia per l’ottimo lavoro svolto. Sono intervenuti anche i coordinatori delle due Aree Funzionali Territoriali (AFT) e il vice commissario Mauro Maccari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera: apre la Casa della Salute

PisaToday è in caricamento