Spacciatori arrestati e rimessi in libertà, Salvini: "Legge sbagliata, va cambiata"

Il vicepremier e ministro dell'Interno commenta quanto accaduto a Pisa: "E' l'ora della tolleranza zero". Ceccardi: "Rabbia e sconcerto per la decisione del giudice"

"Quando le leggi sono sbagliate, vanno corrette. E' l'ora della tolleranza zero". E' quanto affermato dal ministro dell'Interno, Matteo Salvini, commentando quanto accaduto a Pisa, con l'arresto 23 spacciatori, rimessi dopo poche ore in libertà dal giudice per le indagini preliminari. Salvini annuncia anche di aver presentato, da senatore, un proposta di legge per aumentare le pene agli spacciatori.

"L’altro giorno - afferma Salvini - le Forze dell’Ordine hanno ripulito Pisa dagli spacciatori. Vendevano droga anche vicino alle scuole. Purtroppo lo sforzo è stato inutile, perché nel giro di poche ore questi delinquenti sono stati rimessi tutti in libertà. Da ministro dell’Interno ringrazio una volta di più le donne e gli uomini in divisa che svolgono con eroismo e professionalità il proprio lavoro. E sono felice di aver finanziato 'Scuole sicure' per cacciare i pusher che offrono morte agli studenti e ai nostri figli. Da senatore ho presentato una proposta di legge per aumentare di parecchio le pene agli spacciatori. Non mollo e non mi rassegno: le leggi, quando sono sbagliate e troppo morbide, vanno corrette. È l’ora della tolleranza zero". 

Sulla vicenda interviene anche il sindaco di Cascina e consigliere di Salvini, Susanna Ceccardi. "Con l'operazione congiunta tra questura e procura - scrive su Facebook la sindaca - avevano praticamente ripulito la città di Pisa. Oggi si apprende che il gip li ha rimessi tutti in libertà. È rabbia, e sconcerto. La droga è una vera e propria emergenza e colpisce i più giovani, i più deboli. Gli spacciatori sono assassini e il posto per loro è solo la galera".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente stradale a Peccioli: morta una donna

  • Maltempo: codice giallo per temporali nelle zone interne orientali della Toscana

  • Si sente male in agriturismo: morto

  • Condizioni igieniche precarie e cibo senza tracciabilità: chiuso ristorante a Calambrone

  • Cascina: il corpo di un 64enne ritrovato dietro la chiesa dell'Arnaccio

  • Alcol e droga a 16 anni: ricoverata in gravi condizioni

Torna su
PisaToday è in caricamento