Cronaca Autostrada Azzurra

Deve scontare un anno di carcere per un furto: bloccato in A12

I poliziotti sono risaliti al passato del 32enne grazie al controllo delle impronte digitali. L'uomo era stato espulso ed era poi rientrato in Italia

E' stato bloccato sull'Autostrada A12 all'altezza di Pisa un 32enne albanese. Sabato sera, 1 dicembre, la polizia stradale di Lucca, durante i consueti controlli, ha notato un'auto, un'Alfa Romeo, che alla vista della pattuglia ha iniziato ad avere un'andatura nervosa e a scatti.

I poliziotti si sono così insospettiti e, con l'ausilio di un altro equipaggio, hanno intimato l'alt nei pressi di Pisa. Il 32enne, che viaggiava in compagnia di un connazionale, ha esibito un passaporto con un nome 'pulito' ma dal controllo delle impronte digitali gli investigatori hanno avuto conferma che qualcosa non tornava. 
Infatti, lo scorso giugno la Procura di Savona aveva spiccato nei confronti del giovane un mandato di cattura con il suo vero nome perché, già allontanato dall'Italia, due anni fa era rientrato nel nostro Paese e, pizzicato in Liguria per un furto in abitazione, era stato condannato a quasi un anno di carcere.

Il malvivente, che all'inizio era convinto di farla franca, ha iniziato a comprendere che per lui non c'era più scampo e, per evitare guai peggiori, ha vuotato il sacco. La polstrada lo ha portato in carcere a Pisa, dove finirà di scontare la sua pena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Deve scontare un anno di carcere per un furto: bloccato in A12

PisaToday è in caricamento