menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ha accumulato condanne per furti fatti nel pisano: trovato ad un controllo

L'uomo ora è in carcere al Don Bosco per espiare la pena di 6 anni di carcere

Una pattuglia della Squadra Mobile della Questura, in servizio con un’auto civetta nella zona del lungarno Guadalongo per prevenire la commissione di reati contro il patrimonio, nel pomeriggio di ieri 28 dicembre ha sottoposto a controllo alcune persone sospette. Mentre tre soggetti erano in regola, un quarto individuo, vecchia conoscenza dei poliziotti, un 57enne con svariati precedenti per reati contro il patrimonio, è risultato avere a carico una nota di rintraccio. I poliziotti lo hanno così accompagnato in ufficio, approfondendo in caso: hanno così appurato che la Corte d’Appello di Firenze, a seguito di un cumulo di pene definitive per alcuni furti commessi su Pisa e provincia negli anni scorsi, lo aveva condannato a circa 6 anni di reclusione. Dopo il rituale fotosegnalamento, l’uomo è stato accompagnato al vicino carcere Don Bosco per l’espiazione della condanna.

La Sezione Misure di Prevenzione ha adottato nei confronti di un 38enne di Pisa, con svariati precedenti per reati contro il patrimonio, in materia di armi e di stupefacenti, la misura di prevenzione dell’avviso orale con prescrizioni, previsto dalla normativa antimafia del 2011. L’uomo è stato di recente denunciato da una pattuglia dei Carabinieri perché, nel corso di un normale controllo su strada, era stato trovato in possesso di un coltello a serramanico di circa 20 cm. Ricevuto il rapporto, il Questore ha irrogato questo particolare tipo di misura di prevenzione perché, oltre all’invito ad astenersi dal commettere reati e dunque cambiare tenore di vita, sono state aggiunte le prescrizioni del divieto di possedere armi di qualsiasi tipo, comprese le armi giocattolo anche se di libera vendita; divieto di acquistare prodotti pirotecnici ovvero strumenti che, anche se inidonei ad arrecare offesa alla persona, sono in grado di nebulizzare liquidi o miscele irritanti, come ad esempio gli spray al peperoncino. In caso di violazione di una sola di queste prescrizioni o divieti, rischia l’arresto fino a 3 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piatti regionali, la ribollita toscana: la ricetta

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Dolci regionali, la ricetta dei cantucci toscani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento