Cronaca Centro Storico

Beccato due volte a rubare nel giro di 3 ore: verrà espulso

Lo straniero, irregolare, è stato assegnato al Centro di permanenza per i rimpatri di Milano

Ha spadroneggiato un pomeriggio, per concludere con un'espulsione dall'Italia. Sabato pomeriggio la Polizia ha fermato per furto, due volte, un 28enne tunisino, già noto alle forze dell'ordine. Data l'irregolare presenza sul suolo italiano e la sua pericolosità il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, su richiesta della Questura, ha disposto alla fine per lui il trasferimento al Centro di Permanenza e Rimpatrio di Milano. Nei prossimi giorni lo attende il volo per Tunisi.

Tutto è avvenuto sabato 3 luglio. Una volante è intervenuta intorno alle 15 presso il negozio di abbigliamento Kaos di Corso Italia: una commessa si era insospettiva dal fare circospetto di un cliente, il 28enne, che in camerino si era portato due pantaloncini di marca da provare, uscendo poi con uno solo di essi. Alla domanda della commessa su dove fosse l'altro capo di abbigliamento, l'uomo è fuggito. Chiamato il 112, gli agenti sono intervenuti prontamente e lo hanno individuato in via Pascoli. E' così scattato il fotosegnalamento e la denuncia per furto aggravato, con la refurtiva riconsegnata al negozio.

Ma era solo l'inizio. Alle ore 18.15 un dipendente di un ristorante di via Delle Belle Torri ha chiamato la centrale operativa segnalando che un uomo stava armeggiando su alcune biciclette e ciclomotori parcheggiati vicino al locale. Inviate le volanti, il soggetto è stato bloccato, risultando essere nuovamente il 28enne di circa 3 ore prima. Dagli accertamenti è emerso che il tunisino ha tentato di sottrarre una bicicletta ad un minore, tentato di rubare alcune biciclette in sosta e tentato di rubare all'interno di un motociclo danneggiandolo. E' così scattato l'arresto per tentato furto aggravato e il fermo presso le celle di sicurezza della Questura.

Stamani c'è stata la convalida dell'arresto e la scarcerazione, con la misura cautelare del divieto di dimora in Pisa. Poi, data l'indole predatoria e lo stato di clandestinità, il tunisino è stato oggi accompagnando nel capoluogo lombardo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato due volte a rubare nel giro di 3 ore: verrà espulso

PisaToday è in caricamento