Cronaca

Ruba nel ristorante, ma le videocamere immortalano i suoi tatuaggi: arrestato

Il 21enne è sospettato di essere l'autore di un furto in un locale di Pontedera. Si cerca il complice, mentre il giovane ora si trova in carcere

I Carabinieri di Pontedera hanno arrestato stamani, 11 maggio, un giovane marocchino di 21 anni perché sospettato di essere l'autore di un furto perpetrato ai danni del ristorante 'Il Mandarino' la notte del 23 aprile scorso.

I militari hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip ad esito delle indagini che sembrano lasciare pochi dubbi. Il locale di Piazza Curtatone era infatti dotato di videocamere di sorveglianza e le immagini, oltre ad immortalare l'azione, hanno catturato anche elementi che hanno permesso di risalire all'identità del soggetto.

Nel video si possono vedere due persone che, a volto coperto, scassinano la porta d'ingresso e scardinano la cassa, per un bottino da 1000 euro. Grazie agli accertamenti sulle immagini i Carabinieri sono riusciti ad individuare ed isolare tre tatuaggi sulla pelle del sospettato, compresa una scritta. Da questi elementi all'identità del 21enne il passo è stato breve. Ora l'arrestato si trova in carcere, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Proseguono le indagini per trovare il complice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba nel ristorante, ma le videocamere immortalano i suoi tatuaggi: arrestato

PisaToday è in caricamento