menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stazione 'sorvegliata speciale': arrestato uno spacciatore

Venerdì 26 marzo gli agenti della Questura hanno fermato un tunisino di 26 anni. Oggi verrà scortato al Centro di Gradisca d'Isonzo per l'espulsione dall'Italia

La zona della Stazione centrale continua a essere uno dei fulcri delle operazioni di controllo della Questura di Pisa, che l'ha etichettata come 'sorvegliata speciale' a causa della vicinanza delle fermate di treni ed autobus che favoriscono la mobilità non solo degli spacciatori, ma anche degli acquirenti in cerca dello sballo quotidiano, provenienti anche dall’hinterland pisano e da fuori provincia.

Nel pomeriggio di venerdì 26 marzo sono state dispiegate anche pattuglie provenienti dal Reparto Prevenzione Crimine di Firenze: complessivamente sono stati controllati 18 auto e 36 persone, senza riscontrare nessuna irregolarità. Nella serata però hanno preso vita i traffici di stupefacente: percorrendo viale Bonaini, gli agenti hanno visto i movimenti di un tunisino 26enne già protagonista di numerosi trascorsi in materia di spaccio, disoccupato e irregolare sul territorio.

L'uomo, accortosi della presenza della Polizia, ha tentato di allontanarsi ma è stato fermato dalla volante e perquisito: addosso aveva 5 dosi di cocaina e la somma di 520 euro, ritenute provento di spaccio. E’ stato accompagnato in Questura e, dopo la denuncia alla Procura della Repubblica per il reato di detenzione ai fini di spaccio, l'Ufficio Immigrazione ha ottenuto che fosse accompagnato al Centro di Permanenza e Rimpatrio di Gradisca d'Isonzo (GO), che perfezionerà la procedura per la sua definitiva espulsione dal territorio nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento