Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Via Aurelia

Aurelia, fanno prostituire una connazionale: in due settimane 30mila euro di incassi

La ragazza era arrivata da poco, insieme ai due uomini, a Pisa. I due sfruttatori sono stati arrestati e condotti nel carcere Don Bosco. Uno dei due in tasca aveva la ricevuta di un cospicuo bonifico bancario

Erano arrivati a Pisa da un paio di settimane e subito avevano messo in piedi la loro attività illecita. I Carabinieri hanno arrestato stamattina e condotto nel carcere Don Bosco due ungheresi di 39 e 36 anni con l'accusa di sfruttamento della prostituzione nei confronti di una connazionale venticinquenne, giunta con i due uomini nella città della Torre. La donna si prostituiva lungo l'Aurelia, dove veniva accompagnata direttamente dai connazionali che gestivano i suoi incassi.


Al momento dell'arresto uno dei due ungheresi aveva la ricevuta bancaria di un bonifico effettuato verso una banca ungherese per un importo complessivo di 30mila euro, provento con molta probabilità dell'attività di prostituzione della 25enne.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aurelia, fanno prostituire una connazionale: in due settimane 30mila euro di incassi

PisaToday è in caricamento