Cronaca

Fondazione Pisana per la scienza: assegnati gli FPS Grant 2020

L'ente di scopo di Fondazione Pisa mette a frutto l’importante donazione del dottor Vassili Fotis avviando un nuovo progetto di ricerca sul morbo di Parkinson

La Fondazione Pisana per la Scienza, ente di scopo della Fondazione Pisa che opera nel campo della ricerca biomedica, ha individuato i vincitori 2020
degli FPS Grant, i bandi competitivi per il finanziamento dei progetti di ricerca, attraverso i quali la Fondazione Pisana per la Scienza seleziona il personale impegnato sul campo nelle aree strategiche di competenza. L’edizione 2020 degli FPS Grant è la seconda, dopo quella del 2018, ed è sostenuta, oltre che dalle risorse rese disponibili dalla Fondazione Pisa, da una importante donazione pervenuta da un benefattore privato, il dottor Vassili Fotis.

Grazie alle risorse aggiuntive messe a disposizione dal donatore, Fondazione Pisana per la Scienza ha potuto ampliare il bando 2020 degli FPS Grant, istituendo il Vassili Fotis Grant, dedicato alla ricerca nell’ambito delle neuroscienze. Il dottor Vassili Fotis, da molti anni residente a Pisa, è particolarmente sensibile al tema della ricerca e con grande generosità ha voluto contribuire alla vita della Fondazione Pisana per la Scienza con una dotazione che oggi permette l’avvio di un primo progetto di ricerca che porta il suo nome.

I vincitori degli FPS Grant 2020 sono il dottor Marco Feligioni, il dottor Liam McDonnell e il dottor Giovanni Signore. In particolare, tra questi, il vincitore del Vassili Fotis Grant in neuroscience è il dottor Feligioni, attualmente Junior Group Leader del laboratorio di 'Neuronal Cell Signaling' presso lo European Brain Research Institute, con il progetto 'Characterization of alfa-synuclein isoforms SUMOylation profile and its impact on alfa-synuclein homeostasis and pathophysiology in Parkinson’s disease'.

"Questa seconda tornata degli FPS Grant ci ha dato molte soddisfazioni e ha mostrato l’accresciuta attrattività della nostra Fondazione: hanno presentato
progetti ricercatori operanti presso numerose istituzioni italiane, ma anche da diversi paesi europei come il Regno Unito, la Svezia e la Francia, un segnale importante che dimostra la nostra visibilità e la qualità dell’ambiente di ricerca che offriamo - commenta Fabio Beltram, presidente della Fondazione Pisana
per la Scienza ONLUS - qualità della ricerca svolta e competitività dell’infrastruttura sono gli elementi essenziali per soddisfare l’obiettivo che Fondazione Pisa ci ha dato: vogliamo essere una risorsa per tutta la comunità scientifica del territorio, un veicolo per l’innovazione nel settore biomedico e più in generale, per favorire la crescita attraverso l’innovazione scientifica e tecnologica".

Spiega ancora Beltram, "sono particolarmente contento del successo del Vassili Fotis FPS Grant. Il donatore aveva espresso il desiderio di favorire l’avanzamento delle conoscenze nell’ambito delle patologie neurodegenerative e il nostro comitato di selezione ha individuato un progetto di particolare valore e rilevanza nell’importante settore del morbo di Parkinson. Mi fa molto piacere aver realizzato il suo desiderio e dare visibilità nel modo migliore al suo gesto encomiabile. Porteremo così nuove competenze e strutture che arricchiranno la capacità di ricerca di tutto il territorio e preannuncio che nel 2022 riproporremo un nuovo ciclo di bandi incluso uno ulteriore intitolato a Vassili".

Stefano Del Corso, presidente della Fondazione Pisa, a sua volta ricorda come "Con la Fondazione Pisana per la Scienza, la Fondazione Pisa ha inteso dotare il territorio di un centro di ricerca in ambito biomedico all’avanguardia a livello mondiale, capace sia di sviluppare autonome linee di ricerca su tematiche scientifiche innovative sia di rafforzare, grazie ad una piattaforma tecnologica di ultima generazione costantemente aggiornata, il potenziale di ricerca complessivo del nostro territorio. Nei pochi anni trascorsi dalla sua costituzione, la Fondazione Pisana per la Scienza ha pienamente raggiunto l’obiettivo che le era stato assegnato, inserendosi nel tessuto scientifico locale, nazionale ed internazionale e sviluppando una capacità di autofinanziamento delle proprie attività di ricerca in linea con i migliori gli standard di riferimento".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Pisana per la scienza: assegnati gli FPS Grant 2020

PisaToday è in caricamento