A Coltano un'assemblea pubblica sul futuro del borgo con il sindaco Conti

L'appuntamento è per lunedì 22 luglio alle 21.30. All'ordine del giorno il progetto 'Borgo di Coltano - Tesoro di Pisa', elaborato dalla locale Pro Loco. Ecco che cosa prevede

La stazione radio Marconi, da tempo abbandonata al degrado. Sotto le stalle del Buontalenti e la scuola Marconi, entrambe in abbandono

Si svolgerà lunedì 22 luglio, alle 21.30 presso la Villa Medicea di Coltano, un'assemblea pubblica a cui parteciperà anche il sindaco di Pisa Michele Conti. L'appuntamento è stato convocato dalla locale Pro Loco e avrà al centro della discussione l'analisi dello stato di avanzamento dei lavori riguardante il progetto 'Borgo di Coltano, tesoro di Pisa!'.

Il progetto

Il progetto, elaborato dalla Pro Loco e dagli abitanti del borgo intende sviluppare la tenuta di Coltano con l’obiettivo di "di innescare un percorso virtuoso che diventi poi attrattivo anche per importanti investimenti da parte di privati". Un progetto in 5 punti su cui lo scorso anno, in campagna elettorale, si confrontarono anche i candidati a sindaco di Pisa.

IL CENTRO. Il progetto prevede di sviluppare il centro di Coltano all’interno delle volumetrie esistenti "spesso di notevole interesse architettonico, ma in gran parte inutilizzate e fatiscenti come le stalle del Buontalenti di proprietà pubblica o la ex scuola elementare G. Marconi di proprietà del comune di Pisa”. Fondamentale è la possibilità di incrementarne “il carico insediativo residenziale e ricettivo".

LA STAZIONE MARCONI. Fondamentale è anche il recupero della stazione Marconi, da anni ormai al centro del dibattito cittadino e non solo. Il progetto prevede di farne un museo multimediale ed un incubatore tecnologico. Il bene, si legge, “rappresenterà uno dei volani di sviluppo del borgo, favorendo il turismo e il possibile insediamento di nuove imprese ad altro contenuto tecnologico di ricerca e sviluppo anche in collaborazione con l’Università di Pisa".

LE STRADE. Su questo capitolo si prevede "un intervento pluriennale continuativo di manutenzione straordinaria della viabilità, che non può prescindere da una assunzione delle competenze da parte dell’amministrazione comunale, anche sulle strade ora Regionali, Demaniali e consorziali". Un recupero che riguarda in particolare le principali vie del borgo come: via Del Biscottino, via Centro Rai, via Del Mulinaccio, via Palazzi, via Dei Pini, via Della Sofina.

SICUREZZA. Sul fronte sicurezza si auspica un maggior controllo del territorio con un coordinamento tra le forze dell’ordine e la messa in opera di un sistema organico di videosorveglianza. "Flagello assolutamente insopportabile - si legge - è lo spaccio nei boschi, con zone franche consegnate impunemente all’attività illecita, causa inoltre dell’inquinamento, con ogni tipo di rifiuto, di boschi e sentieri". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CONVERSIONE DEL VILLAGGIO ROM. Questa parte è definita all'interno del documento come "la sfida più entusiasmante". Si tratta della conversione del villaggio Rom in un in una "struttura ricettiva per l’accoglienza dei bambini e famiglie in un’ottica di turismo sociale". Una conversione da realizzare in diverse fasi e che produrrebbe, secondo la Pro Loco, almeno "due importanti effetti": da un lato la "creazione di un luogo attrezzato, accogliente e sicuro per i bambini e le loro famiglie che attraversano situazioni e difficoltà particolari (malattie croniche, disagi psico-socioeconomico ecc.)", dall'altro la "prosecuzione delle politiche di inclusione-integrazione sociale della popolazione Rom secondo la finalità del Programma Città Sottili".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto con una freccia di balestra nel petto

  • Auto contro moto a San Giuliano Terme: muore 31enne

  • Coronavirus: ricercatori Aoup svelano una possibile correlazione con l'infiammazione della tiroide

  • Coronavirus in Toscana: solo 5 i nuovi casi, 2 i decessi

  • Coronavirus in Toscana, 12 nuovi casi: nel pisano 2 positivi in più e nessun decesso

  • Coronavirus: stop alla distribuzione gratuita delle mascherine nelle farmacie

Torna su
PisaToday è in caricamento