Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Santa Caterina

Attore impiccato al Lux, la Procura apre un'inchiesta: "L'indagine è ancora all'inizio"

I magistrati Crini e Dominijanni hanno tenuto a precisare che al momento non ci sono indagati."I danni cerebrali non sono riconducibili a un eventuale malore che potrebbe aver provocato lo scivolamento del ragazzo"

"Abbiamo aperto un fascicolo per lesioni colpose contro ignoti e stiamo anche valutando gli aspetti relativi alla sicurezza nei luoghi di lavoro". Sono intervenuti per fare il punto sulle indagini della tragedia, avvenuta sabato sera al Teatro Lux, il procuratore Alessandro Crini e il sostituto Giancarlo Dominijanni. La Procura deve chiarire se lo strangolamento di cui è stato vittima l'attore 27enne durante la rappresentazione di una impiccagione sia stato un fatale incidente oppure un vero tentativo di suicidio. "Allo stato non ci sono indagati - hanno aggiunto i magistrati - e stiamo ancora incrociando le testimonianze per ricostruire l'esatta dinamica dei fatti".

Il giovane attore aveva rappresentato giusto pochi minuti prima della tragedia la stessa rappresentazione che metteva in scena le difficoltà esistenziali di un 15enne che poi decideva di togliersi la vita. Ma alla replica qualcosa è andato storto e il 27enne è rimasto davvero strangolato al cappio. E' stata una neodottoressa a dare l'allarme.
"Le uniche certezze che abbiamo - ha sottolineato il procuratore Crini - riguardano le attuali condizioni del giovane: i danni cerebrali che ha subito sono compatibili con l'impiccagione e lo strangolamento ma non riconducibili a un eventuale malore che potrebbe averne provocato uno scivolamento e il successivo strangolamento con la corda".
Per questo sarà necessario, hanno concluso i magistrati, "risentire la giovane testimone e approfondire con lei alcuni aspetti relativi al ritrovamento del corpo: ciò ci servirà almeno a ricostruire i tempi, visto che nell'intervallo tra la prima e la seconda rappresentazione l'attore è certamente rimasto da solo. L'indagine è solo all'inizio ed è presto per trarre conclusioni". 

In giornata verrà conferito l'incarico al Dipartimento della medicina del lavoro dell'Asl per effettuare un nuovo sopralluogo al teatro e valutare se vi siano stati comportamenti omissivi o negligenti da parte dei responsabili del teatro Lux. Al vaglio dunque anche il rispetto delle normative di sicurezza.

CONDIZIONI DEL RAGAZZO. Intanto l'ultimo bollettino medico dell'ospedale Cisanello (ore 19.30 di lunedì 1 febbraio) parla di condizioni praticamente immutate: il ragazzo è sempre in coma, ricoverato in prognosi riservata. Condizioni disperate.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attore impiccato al Lux, la Procura apre un'inchiesta: "L'indagine è ancora all'inizio"

PisaToday è in caricamento