rotate-mobile
Cronaca

Carenza di personale medico: la Regione avvia due bandi di concorso

Si punta ad assumere nuove risorse per la medicina d'urgenza e la medicina interna

Attivazione di due nuovi concorsi per assumere medici di medicina d’urgenza e di medicina interna e apertura alle iscrizioni ai corsi Deu sono le principali novità a cui la giunta regionale e l’assessorato al diritto alla salute hanno dato il via libera per potenziare il sistema dell’emergenza-urgenza, che soffre la carenza nazionale di medici. Oltre ai provvedimenti già adottati in Toscana, come le nuove linee di indirizzo regionali sui pronto soccorso e l’incremento dei contratti di formazione specialistica post laurea, la Regione sta assumendo tutte le azioni possibili per fronteggiare il problema, a partire dal reclutamento di nuovi medici.

Una delle principali novità riguarda la pubblicazione, lo scorso 22 luglio, dell’avviso di concorso per la presentazione delle candidature all’assunzione di medici di medicina d’urgenza. Le domande possono essere presentate entro le ore 12 del 22 agosto. A oggi sono in compilazione 29 domande. Il concorso, pubblicato sul sito di Estar, è utile per l’assegnazione dei medici di medicina d’urgenza presso tutte le strutture dedicate del servizio sanitario regionale. Contemporaneamente è stato pubblicato anche il concorso di medicina interna che, sulla base degli ultimi protocolli regionali, è un valido supporto alla presa in carico dei pazienti per alleggerire la pressione sui pronto soccorso. Anche questo bando pubblicato lo scorso 22 luglio rimarrà aperto fino alle ore 12 del 22 agosto sul sito web di Estar. Allo stato attuale le domande in compilazione sono 32.

Inoltre, sono già aperte le iscrizioni per il corso di idoneità all’emergenza sanitaria territoriale, i cosiddetti 'corsi Deu'. La Regione Toscana ha infatti emesso, attraverso le tre Asl territoriali (centro, nord ovest e sud est), appositi avvisi per raccogliere le iscrizioni di medici che desiderano acquisire competenze specifiche e multidisciplinari per fronteggiare situazioni cliniche di emergenza-urgenza, oltre che per acquisire la specifica preparazione e qualificazione professionale del personale medico addetto al soccorso. Le iscrizioni resteranno aperte per l’intero mese di agosto. Ogni azienda ha disponibili 50 posti. La quota di iscrizione al corso verrà restituita con una somma pari al doppio del contributo versato per i medici, che rimarranno per almeno 12 mesi a operare nei servizi di emergenza-urgenza del sistema sanitario toscano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carenza di personale medico: la Regione avvia due bandi di concorso

PisaToday è in caricamento