Venerdì, 25 Giugno 2021
Cronaca

Cascina, bonifica Decoindustria: entro il 2014 terminerà il recupero

La Regione Toscana ha destinato quasi tre milioni di euro per il completamento dei lavori di bonifica. L'assessore all'ambiente Catelani: "Un primo passo per la riqualificazione dell'area"

Sono la Provincia di Pisa e il Comune di Cascina ad indicare nella fine del 2014 il termine entro cui con molta probabilità sarà completato l'intervento di rimozione e smaltimento delle sostanze ancora presenti nell’ex fabbrica di stoccaggio di rifiuti Decoindustria, chiusa da sette anni, a Santo Stefano di Macerata.

"Dopo i primi due blocchi d’interventi realizzati dalla Provincia con appositi trasferimenti da parte della regione Toscana (rispettivamente da 2,6 e 2,2 milioni di euro) e riguardanti la coppia di serbatoi che presentavano le maggiori criticità (i silos sono stati disinstallati e avviati altrove, per le opportune azioni di smaltimento), la stessa Regione ha destinato una somma finale pari a 2.900.000 euro per la messa in atto di una terza tranche di lavori - ha spiegato Valter Picchi, assessore all’ambiente della Provincia di Pisa - potremo in questo modo rimuovere e portare a smaltimento circa 5000 metri cubi contenuti in 25 serbatoi, nonché avviare e quasi certamente smantellare le strutture e le apparecchiature".

La Provincia di Pisa pertanto attiverà una gara apposita per l'affidamento dell'incarico già nel mese di marzo e si ipotizza, stante le tempistiche di legge (fino a dieci mesi dal momento dell’avvio delle procedure), il completamento degli interventi (stimati in sei mesi di lavori) entro il secondo semestre del 2014.

"Con questa terza tranche di finanziamento regionale arriva a compimento un importante recupero ambientale di un'area industriale che potrà essere riconvertita anche al servizio della frazione di Santo Stefano a Macerata e dei suoi cittadini - dice Giorgio Catelani, assessore all'ambiente di Cascina - e sotto questo punto di vista sono già in campo idee e proposte che l'amministrazione comunale sta valutando sia dal punto di vista della fattibilità economica, sia dal punto di vista dell'utilità pubblica e sociale. Di sicuro, i nuovi interventi di bonifica vanno a sanare una ferita del territorio e sono il presupposto indispensabile per la riqualificazione dell'area".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cascina, bonifica Decoindustria: entro il 2014 terminerà il recupero

PisaToday è in caricamento