Cronaca

Educazione: varata la Carta dei Servizi per l'Infanzia e l'Adolescenza del Comune di Pisa

Il documento raccoglie e fissa gli standard dei servizi legati al mondo scolastico, in modo da fungere da parametro di controllo dell'attività amministrativa

"La Carta dei Servizi per l'Infanzia e l'Adolescenza del Comune di Pisa è uno strumento di efficacia, efficienza, trasparenza e responsabilità per la comunità tutta. E' un impegno importante dell’amministrazione comunale, un contratto con i cittadini che troveranno in un unico luogo servizi, valori che li ispirano, normative e modalità di accesso. I cittadini ed in particolare gli utenti dei servizi sono invitati a prenderne visione, a verificare e a interagire".

Con queste parole l'assessora Marilù Chiofalo ha presentato in conferenza stampa il documento che in 80 pagine riassume tutti i servizi, gli aspetti organizzativi e di programmazione del comparto educazione del Comune. "Attraverso la Carta dei Servizi - si legge nello stesso - i soggetti erogatori di servizi pubblici si impegnano a rispettare determinati standard qualitativi e quantitativi, con l’intento di monitorare e migliorare le modalità di fornitura e somministrazione degli stessi".

L'ottica è quella di "corresponsabilità e compartecipazione", al fine di "tutelare gli utenti e fornire strumenti adeguati di controllo e valutazione". Tratta così dei "servizi educativi per i bambini e le bambine in fascia 0/6 anni, il servizio di ristorazione scolastica, il servizio di trasporto scolastico, i servizi collegati all'area dell'educazione non formale, lo sportello di ascolto e la Casa dei bambini e delle bambine di San Rossore". 

La Carta con i suoi parametri verrà aggiornata annualmente. Tutte le informazioni sul servizio (numeri telefonici, orari, recapiti) sono costantemente aggiornate nella versione on-line della Carta da parte degli uffici competenti.

"Realizzare questa Carta - ha analizzato la Chiofalo - è stata azione utile all'amministrazione per perimetrare con maggiore consapevolezza alcuni ambiti di miglioramento: il consolidamento dei servizi di educazione non formale, la formalizzazione dei servizi di area pisana, la necessità di una più sistematica e automatica integrazione nei servizi operati da settori differenti dell'amministrazione comunale e destinati allo stesso segmento di popolazione, la necessità di sviluppare servizi che favoriscano una maggiore autonomia dei/lle cittadini/eI servizi illustrati in questa Carta rappresentano una sottostima di quelli effettivamente offerti. Ve ne sono altri qui non inclusi o perché ancora in forma sperimentale, oppure perché operati da soggetti terzi ai quali le risorse del Comune sono destinati, come ad esempio alcuni servizi offerti nell'ambito delle risorse dei Piani Educativi Zonali di Area Pisana destinati alle Istituzioni Scolastiche, oppure ancora i Pedibus sviluppati nell'ambito del Protocollo di Intesa Regione Toscana-Comune di Pisa-UISP 'Pisa Città che Cammina'. In una versione migliorata di questa Carta, contiamo in futuro di esplorare come includere e rappresentare in modo appropriato anche questi aspetti almeno nella versione online".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Educazione: varata la Carta dei Servizi per l'Infanzia e l'Adolescenza del Comune di Pisa

PisaToday è in caricamento