rotate-mobile
Cronaca Cisanello / Via Paradisa

Via Paradisa, casa dello studente: "A quando una soluzione?"

La domanda in un'interpellanza firmata da tre consiglieri comunali (Pd, Sel e Rc). Costruite per il Giubileo la palazzine furono destinate agli studenti fino alla chiusura per inagibilità

Presentata da ben tre consiglieri comunali, sia di maggioranza (Carmine Zappacosta, primo firmatario, del PD) che di opposizione (Carlo Scaramuzzino di SEL e Maurizio Bini di RC) un'interpellanza sulla situazione attuale e futura degli immobili di Via Paradisa, nel quartiere di Cisanello.

Le palazzine di Via Paradisa vennero edificate nel 2000 (grazie a finanziamenti pubblici), al fine di ospitare i pellegrini del Giubileo. Gli edifici furono quindi utilizzati come alloggi per studenti grazie ad un accordo tra l’Azienda per il diritto allo studio e l’Ente proprietario Inalil. "Tuttavia - argomentano i firmatari - dopo 8 anni la convezione non è stata reiterata a causa degli alti costi di manutenzione delle strutture che fin dall’inizio hanno mostrato grandi difetti di qualità costruttiva che in seguito ne hanno causato addirittura una definitiva chiusura per inagibilità".
 
Dopo aver sottolineato l’importanza che queste palazzine potrebbero continuare ad avere se utilizzate come casa per studenti, i tre consiglieri comunali chiedono al sindaco Marco Filippeschi, quali azioni siano state intraprese, quali sono gli esiti allo stato attuale e quali saranno le iniziative che s’intende mettere in campo ai fini di una positiva e rapida soluzione della vicenda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Paradisa, casa dello studente: "A quando una soluzione?"

PisaToday è in caricamento