rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Piazza Caduti Cefalonia Corfù

Celebrazioni 25 aprile, il sindaco: "Diamo un esempio attuale ricordando l'esempio del passato"

La mattinata si è aperta con le deposizioni delle corone alla lapide dei caduti della divisione Acqui, di cui ricorre il 70° anniversario, in Piazza Caduti di Cefalonia e Corfù e poi alla lapide ai caduti sotto le Logge di Palazzo Gambacorti

“Nel 68° Anniversario della Liberazione d’Italia celebriamo la lotta di liberazione e ricordiamo le vittime dei fascismi. Non dobbiamo dimenticare e, nel rispetto delle vittime di ogni schieramento, dobbiamo tenere chiara la verità della storia tenendo bene in mente la distinzione tra chi lottava per la liberazione e chi per mantenere i fascismi”. Così il sindaco di Pisa durante la cerimonia ufficiale del 25 aprile tenutasi nella Sala Regia di Palazzo Gambacorti.
“Oggi la memoria si è fatta più intelligente e pervasiva e abbiamo strumenti nuovi per portarla ai più giovani così come facciamo nelle nostre scuole. Grazie all’aiuto degli studiosi della nostra università riscopriamo ricordi di fatti come la firma delle Leggi Razziali a San Rossore il 5 settembre del 1938. Pagine terribili della nostra storia che non devono essere dimenticate.”

“I valori della resistenza e dell’antifascismo vanno coltivati ed è importante farlo oggi perché questi sono i valori fondanti della Costituzione - ha proseguito Marco Filippeschi - dobbiamo dare un esempio attuale, come quello di una città unita nella decisione di edificare un nuovo luogo di culto e aggregazione culturale (la Moschea, ndr) e non dimenticare l’esempio passato”.
"In un momento di crisi come questo dobbiamo sostenere la Democrazia - ha concluso il sindaco - ritrovarne l’efficacia e una città come Pisa ha la possibilità di portare messaggi forti, messaggi che possono aiutare l’Europa tutta. Per questo aderiremo l’11 maggio alla manifestazione Europeista di Firenze, perché l’Europa sia permeata dalla democrazia.”

La mattinata si è aperta con le deposizioni delle corone alla lapide dei caduti della divisione Acqui, di cui ricorre il 70° anniversario, in Piazza Caduti di Cefalonia e Corfù e poi alla lapide ai caduti sotto le Logge di Palazzo Gambacorti.

Oltre al sindaco Marco Filippeschi sono intervenuti il prefetto di Pisa Francesco Tagliente, il presidente Provincia di Pisa Andrea Pieroni,  il presidente ass. nazionale caduti di Acqui sez pisa Lodovico Anibaldi e Giorgio Vecchiani, presidente comitato provinciale ANPI.25 aprile 2013-2

“Oggi, ricordiamo i fatti di allora, la sofferenza, il sacrificio, la morte di quelle persone, che dettero la vita alla Resistenza e che, unite dagli stessi valori, ci consegnarono un’Italia libera e democratica. Questa giornata di festa, deve essere un’occasione per riflettere, soprattutto per i giovani che non hanno conosciuto gli orrori della libertà negata, della guerra e dell’oppressione" ha affermato il prefetto Tagliente che, durante il suo intervento, ha ricordato i ragazzi del Corpo Italiano di Liberazione, i volontari, i soldati, anche dei reparti alleati e, in particolare, i militari della divisione Acqui, esempio di dignità e di estremo coraggio nell’affrontare con forze insufficienti la spietata offensiva tedesca. Tagliente ha poi continuato commemorando alcuni valorosi eroi pisani come Teresa Mattei, morta recentemente, autrice dell’art. 3 della Costituzione, che esalta, tra gli altri, il valore della pari dignità sociale.

Il prefetto ha poi concluso, affidando il grande messaggio che ci giunge dalla storia, dalla lotta di Liberazione e dal 25  aprile, ai giovani, che “dovranno proseguire - ha detto - con forza, entusiasmo, passione e una salda fiducia nel futuro, quel cammino di civiltà al quale ci avviarono i nostri predecessori, nella consapevolezza che la custodia della libertà e delle istituzioni democratiche è una responsabilità dello Stato, ma anche di ogni singolo individuo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Celebrazioni 25 aprile, il sindaco: "Diamo un esempio attuale ricordando l'esempio del passato"

PisaToday è in caricamento