Volterra Capitale della cultura: si è insediato il comitato promotore

La città del colle etrusco si lancia nella sfida per l'ambito titolo. Il direttore della candidatura sarà Paolo Verri, già direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019

Si è insediato il comitato promotore per Volterra Capitale italiana della cultura 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Martedì 7 gennaio, nella Sala del Maggior Consiglio di Palazzo dei Priori, si è svolta la riunione di insediamento presieduta dal sindaco Giacomo Santi.
Al momento fanno parte del comitato: il Comune di Volterra, la Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra, la Diocesi di Volterra, la Casa di Reclusione di Volterra, la Società della Salute, il Consorzio Turistico Volterra Valdicecina, la ProVolterra e la Volterra-Detroit Foundation, ma il comitato prevede che altri enti possano farsi promotori prima della data di presentazione del dossier.
Il direttore della candidatura sarà Paolo Verri, già direttore della Fondazione Matera Basilicata 2019.
“Lavorare alla candidatura di Volterra 2021 è un grande onore - sottolinea Verri - una città millenaria al centro di quattro province tra le più belle e visitate d’Italia che intende mettersi in gioco a partire dai suoi giovani, dai nostri giovani. Una sfida epocale che deve essere colta come un segnale preciso per tutti quelli che lavorano non solo nei settori culturali, ma più in generale nello sviluppo urbano”.
Insieme al dossier di candidatura, verrà costruito il piano strategico pluriennale in ambito turistico culturale della città di Volterra, il cui coordinamento è stato affidato a Ledo Prato, manager culturale e segretario generale di Mecenate ‘90, che ha dichiarato:”Il Piano strategico a base culturale della Città di Volterra sarà costruito attraverso la partecipazione dei cittadini e il coinvolgimento di un’area territoriale vasta. Uno strumento di programmazione per superare lo spopolamento delle aree interne, per migliorare le connessioni e rilanciare lo sviluppo turistico di qualità nell’ambito di una strategia di rigenerazione urbana e umana. Facendo tutti il massimo possibile potremo costruire un diverso futuro per Volterra”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Schianto nella notte a San Piero a Grado: muore 26enne

  • Elezioni regionali Toscana 2020, le proiezioni: Giani in vantaggio

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Coronavirus a scuola, tre studenti positivi: quarantena per compagni di classe e insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento