Fase 2, si intensificano i controlli della Municipale: "Il virus non è ancora sconfitto"

Nel weekend scorso sono stati 648 i controlli effettuati e 14 le persone sanzionate. Il sindaco Conti: "Non vanifichiamo tutti i sacrifici fatti finora"

Con l’arrivo della Fase 2 cambiano le regole su uscite e spostamenti, e cambiano modalità e svolgimento dei controlli della Polizia Municipale per verificare il rispetto delle misure di sicurezza. Già a partire dal fine settimana del 1 maggio l’ordinanza della Regione Toscana è intervenuta, con tre giorni di anticipo rispetto all’ambito nazionale, per consentire le prime uscite nel limite del territorio comunale, a piedi e in bicicletta.

Solo tra venerdì, sabato e domenica sono stati 648 i controlli effettuati dalla Municipale e 14 le persone sanzionate per non aver rispettato le regole, mentre durante la settimana passata, da lunedì 27 a giovedì 30 aprile, sono stati 557 le persone fermate per controlli e 37 gli esercizi commerciali controllati. Le sanzioni del fine settimana, molte delle quali fatte con l’ausilio del drone, hanno riguardato in quasi tutti i casi persone trovate in spiaggia nonostante il divieto. In totale nel mese di aprile sono state 6.602 le persone controllate dalla Municipale.

Da lunedì 4 maggio, oltre ai controlli su strada, si sono aggiunte le verifiche presso parchi e cimiteri cittadini che sono stati riaperti al pubblico, ma con ingressi contingentati, e i controlli nelle aree verdi come il viale delle Piagge, dove le persone sono tornate a svolgere attività motoria. La Municipale in questo caso controlla che chi passeggia o va in bicicletta indossi la mascherina e rispetti la distanza di 1 metro, mentre chi svolge corsa o attività sportiva rispetti la distanza di due metri, senza l’obbligo della mascherina, ma con la raccomandazione utilizzarla nei momenti in cui ci sono persone nelle vicinanze.

"Da questa settimana - spiega il sindaco Michele Conti - i controlli entrano nel vivo della nuova fase. Distanziamento e dispositivi di sicurezza sono l’unica arma a nostra disposizione in questo momento. Ricordiamo che il virus non è stato ancora sconfitto, è sempre là fuori ed è pronto a ripartire. La Fase 2 non deve essere un 'libera tutti' ma un lento e graduale ritorno alla normalità, monitorato dalle autorità sanitarie che saranno nuovamente pronte a bloccare tutto di nuovo se i contagi dovessero ripartire. Chiediamo quindi ai cittadini di non rischiare di vanificare il sacrificio fatto finora. Se continuiamo, soprattutto per altre due settimane, a prestare estrema attenzione, riusciremo ad arrivare all’estate in una situazione di relativa normalità, altrimenti c’è il rischio di tornare tutti in lockdown. Come Amministrazione vigileremo e saremo pronti ad intervenire se ci sarà bisogno di disciplinare le criticità che emergeranno in questa fase".

"Nel fine settimana passato - afferma l'assessore alla Sicurezza, Giovanna Bonanno - la Polizia Municipale ha presidiato il territorio con particolare attenzione al litorale, intervenendo in molti casi per sanzionare e rimandare indietro persone arrivate sul litorale pisano, provenienti da altri comuni o che hanno fatto accesso alle spiagge. Gli agenti continuano a essere quotidianamente impegnati nelle zone più critiche come asse pedonale del centro storico, zona Stazione e area di via Cattaneo, ma anche nelle zone più frequentate come viale delle Piagge e litorale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

Torna su
PisaToday è in caricamento