Controlli a tappeto in zona stazione: 50 identificati, espulso (ancora) un 25enne

L'uomo è rientrato in Italia dopo aver già affrontato un allontanamento nell'aprile del 2018

Nella serata di ieri, 22 maggio, fino a questa mattina, la Polizia di Stato di Pisa ha condotto un capillare servizio di controllo straordinario per la prevenzione e contrasto dei fenomeni criminali nella zona della stazione di Pisa Centrale. Gli uomini della Squadra Volante e del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze hanno perlustrato e monitorato l'area e le vie limitrofe, procedendo a circa 50 identificazioni e a diversi controlli all'interno di vari esercizi commerciali.

Proprio durante le verifiche condotte all'interno di una Sala Slot, intorno alle ore 23, è stato intercettato un uomo di nazionalità tunisina, in compagnia di altri connazionali. Lo straniero, 25enne con numerosi precedenti anche in materia di spaccio in territorio pisano e livornese, è risultato essere rientrato clandestinamente in Italia. A marzo 2018 era stato infatti destinatario di un provvedimento d'espulsione emesso dalla Questura di Livorno. Dalla città labronica era stato accompagnato al Centro di Permanenza e Rimpatrio di Torino, dove è rimasto per circa un mese. A seguito del riconoscimento attuato dal consolato tunisino, il 19 aprile del 2018, il giovane era stato accompagnato da Torino all'aeroporto Punta Raisi di Palermo, per poi essere riaccompagnato con un volo charter del Ministero dell’Interno a Tunisi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'uomo, nonostante il divieto di reingresso nel territorio nazionale per 5 anni, è comunque riuscito a rientrare in Italia, per poi finire di nuovo arrestato. Giudicato per direttissima, il giudice ha convalidato l'arresto e ha condannato il tunisino alla pena di 10 mesi di reclusione con sospensione, rilasciando per lo stesso il nulla osta ad una nuova espulsione. Così l'uomo è stato ricondotto in Questura, dove è stata riavviata la procedura di allontanamento dal territorio nazionale. Oggi verrà quindi riaccompagnato presso un Centro di Permanenza e Rimpatrio indicato dal Ministero dell'Interno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 28 anni in un incidente in moto in autostrada

  • Coronavirus in Toscana: 17 nuovi casi, 2 a Pisa

  • Ragazza investita a Marina di Pisa: arrestato il pirata della strada

  • In arrivo piogge e temporali in Toscana: emessa allerta meteo

  • Coronavirus in Toscana: sei nuovi casi, due a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 10 nuovi casi: 3 in più nel pisano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento