Venditori abusivi verso le spiagge del litorale: identificazioni e sequestri di merce

L'operazione è scattata all'alba alla stazione di Pisa Centrale per intercettare i venditori diretti sulla costa privi della licenza di vendita

Operazione di contrasto al commercio abusivo alle prime luci dell'alba di oggi, 11 luglio, presso la stazione ferroviaria di Pisa Centrale per controllare i numerosi venditori ambulanti, perlopiù di origini africane, che giungono presso lo scalo pisano per raggiungere le località balneari.
L'intervento è stato predisposto dalla Questura con il supporto della Polizia Ferroviaria di Pisa, della Direzione di Trenitalia, del Reparto Prevenzione Crimine di Firenze, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, della Polizia Municipale e dell’Esercito.

Nel corso delle attività sono state identificate 24 persone. I controlli sono stati effettuati con particolare attenzione ai cittadini extracomunitari che solitamente giungono in provincia per svolgere l’attività, senza licenza, di venditori ambulanti di merce di vario genere, tra cui ombrelloni, gonfiabili e giochi per la spiaggia. Durante i controlli sono stati effettuati sequestri amministrativi cautelari per un valore complessivo pari a 20.000 euro di merce detenuta per la vendita abusiva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

  • Emergenza, ipotesi divieto di asporto dopo le 18 per i bar: "E' tempo di disobbedire"

Torna su
PisaToday è in caricamento