menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un defibrillatore per il Museo della Grafica

È stato donato dalla Fondazione Arpa, tramite la Onlus Cecchini Cuore. La donazione è stata l'occasione per sensibilizzare sul ruolo fondamentale del defibrillatore in caso di arresto cardiaco

Il Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi si è dotato di un defibrillatore donato dalla Fondazione Arpa, tramite la Onlus Cecchini Cuore. La donazione è avvenuta in memoria di Flaminio Farnesi, noto imprenditore e collezionista pisano vicino alla Fondazione Arpa e al suo presidente, il professor Franco Mosca. Alla cerimonia di consegna del defibrillatore, che si è svolta giovedì 21 aprile, hanno partecipato Bruno Farnesi, figlio di Flaminio, la professoressa Lucia Tomasi Tongiorgi, delegata dell'Ateneo alla Cultura, l'assessore comunale alla Cultura, Andrea Ferrante, il direttore scientifico del Museo, Alessandro Tosi, il professor Mosca e il dottor Maurizio Cecchini.

Oltre che per ricordare la figura di Flaminio Farnesi, la cerimonia è stata l'occasione per sensibilizzare l'opinione pubblica sul tema dell’arresto cardiaco e del ruolo fondamentale ricoperto dal defibrillatore semiautomatico, strumento essenziale per salvare la vita in caso di arresto cardiaco extra ospedaliero. Dal dicembre 2007 il dottor Cecchini ha personalmente installato 342 defibrillatori automatici pubblici nella provincia di Pisa e tenuto corsi gratuiti formando più di 8.000 first responders.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Banana bread, la ricetta facile e veloce

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Toscana, 1058 nuovi casi: in aumento i ricoveri

  • Cronaca

    Coronavirus, la Toscana rischia la zona rossa

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento