rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Cronaca

Piazza Cavalieri, Monsignor Armani contro i giovani: "Sfaticati notturni, sporcizia e rifiuti ovunque"

Con una lettera aperta il Rettore della Chiesa Monsignor Aldo Armani, denuncia la situazione di degrado e incuria che grava in Piazza dei Cavalieri frequentato dalla movida notturna dei giovani

Con una lettera aperta il Rettore della Chiesa di Piazza Cavalieri Monsignor Aldo Armani, denuncia la situazione di degrado e incuria che grava nel piazzale frequentato dalla movida notturna dei giovani, da lui stesso definiti come "degli sfaticati notturni che occupano gli spazi e in particolare il sacrato antistante la chiesa monumentale di Santo Stefano". Rifiuti e sporcizia ovunque sono il risultato di una "notte d'estate" nella centralissima piazza dei Cavalieri, disegnata da Vasari, e sulla quale si affaccia la chiesa omonima.

Monsignor Armani parla di rifiuti e sporcizia ovunque, dopo i bagordi delle notti estive. "Insomma - scrive il prelato - nottata insonne per quelli come me che hanno la fortuna (se penso al luogo, così ricco di storia e arte) e la sfortuna (se penso al dilagare della prepotenza di questi illustri signori) di abitare in piazza dei Cavalieri e nelle immediate vicinanze. Gli sfaticati hanno trascorso la notte del tutto indisturbati, nonostante i reclami e i richiami al rispetto delle disposizioni di legge che regolano la quiete pubblica".

"La mattina la piazza e il sacrato erano in uno stato davvero pietoso - prosegue - centinaia di bottiglie fracassate, segni inequivocabili di vomito e deiezioni, in particolare segni di urina che hanno ridotto a un pubblico pisciatoio vespasiano il lato della chiesa da via Consoli del Mare. Chi transita in quella zona è aggredito da un tanfo nauseabondo".

"Povera mia bella Pisa - conclude amaro Monsignor Armani - che vuole gareggiare con le più illustri città europee e che non sa far rispettare le elementari regole della buona convivenza. Povera Pisa, che non sa lavare e disinfettare i luoghi del sopruso e della violenza di fatto. Si affida al turismo per risolvere i problemi della crescita. Basterebbe ascoltare i commenti dei visitatori della chiesa – cui le scarpe rimangono appiccicate allo schifo dei rifiuti presenti sui marmi preziosi – per rendersi conto dell'immagine che offre la nostra città all'estero".

Proprio ieri mattina a margine in Prefettura si è parlato della vivibilità e del decoro in Piazza Cavalieri. Prefetto, vicario del Questore, Comandante provinciale dei Carabinieri e Comandante della Polizia Municipale, in linea con le esigenze rappresentate anche dal Sindaco Marco Filippeschi sull'esigenza di integrare la sicurezza e  i servizi affidati alla Municipale con interventi mirati da parte delle altre Forze di Polizia.

 "La Piazza deve essere rioccupata da tutti i soggetti pubblici e privati interessati a svolgere iniziative compatibili con la sua destinazione - ha dichiarato il Prefetto -  a bene culturale (concerti, spettacoli, esposizioni, mercati, cinema, caffè letterari, etc.) coinvolgendo i rappresentanti dei residenti, enti e istituzuioni  per realizzare un patto di civile convivenza, rimuovendo definitivamente i problemi che da tempo affliggono Piazza dei Cavalieri, luogo di grande valore storico ed artistico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Cavalieri, Monsignor Armani contro i giovani: "Sfaticati notturni, sporcizia e rifiuti ovunque"

PisaToday è in caricamento