menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Operatori sanitari allo stremo delle forze": grido dall'allarme di Nursind Toscana

Il segretario regionale del sindacato infermieri denuncia la situazione che vivono ormai da oltre un anno medici e infermieri in prima linea nella lotta alla pandemia

In Toscana inizia ad emergere il problema burnout degli operatori sanitari impegnati da più di un anno nella lotta contro il Covid. E' il segretario di Nursind Toscana, Giampaolo Giannoni, in una nota ad invitare a prendere sul serio queste avvisaglie: "Siamo allo stremo delle forze, fisiche ma anche psicologiche - dichiara - nelle scorse settimane abbiamo accolto centinaia di richieste di sostegno psicologico da parte del personale ospedaliero. Serve un cambio di passo subito".
Alcuni infermieri non fanno ferie da maggio dell'anno scorso, a fronte di un concorso per rimpolpare l'organico che si è concluso solo adesso. "Ci vorrà almeno un paio di mesi - sottolinea il segretario del sindacato - prima di inserire nuove leve, peraltro inesperte: manca personale per la campagna vaccinale e per le terapie intensive". Giannoni imputa al servizio sanitario di non essersi riorganizzato per tempo, mostrando non poche difficoltà gestionali in Toscana. Qualche esempio? "Il centro Pegaso Creaf di Prato - evidenzia - costato 5 milioni di soldi pubblici ospita oggi una trentina di pazienti Covid su 400 posti letto disponibili, per mancanza di personale. Gli alberghi sanitari scoppiano di pazienti Covid, ma non hanno personale sufficiente per assisterli". Il risultato è una saturazione di risorse umane che comporta, a sua volta, ulteriore pressione su chi lavora: "Il personale - avverte il leader sindacale - ha bisogno di respirare. Le numerose richieste di sostegno psicologico rappresentano un campanello d'allarme importante: alcuni infermieri si sono licenziati, altri non riescono a gestire lo stress, anche in relazione a problematiche personali e familiari pesanti". Di qui la richiesta di una svolta con l'adozione di procedure di assunzione più snelle, mobilità in ingresso e stabilizzazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Caparezza, due tappe in Toscana nel tour 2022: tutte le date

Cura della persona

Manicure semipermanente fai da te, trucchi e consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento