Cronaca Centro Storico / Via Sant'Antonio

Fermato per furto, al carabiniere: "Ti do 150 euro se mi lasci scappare"

Un uomo di 56 anni è stato arrestato per istigazione alla corruzione, dopo aver pensato di offrire 150 euro al carabiniere dell'Aliquota Radiomobile di Pisa che lo stava per accompagnare in caserma per furto

Ha cercato di corrompere il carabiniere che lo stava arrestando per furto, un uomo del '56 senza fissa dimora, proveniente dalla Georgia. La faccenda è iniziata nel pomeriggio, quando una signora, la titolare di un bar nella zona di Sant’Antonio a Pisa, ha chiesto l’intervento dei carabinieri perché si era insospettita dall’atteggiamento dell'uomo, che appena ha visto arrivare le forze dell'ordine si è dato alla fuga.

Arrivato vicino a un bidone della spazzatura ha svuotato le tasche del suo smanicato, che erano piene di articoli di bigiotteria: anelli, collanine e braccialetti con ancora l’etichetta del negozio attaccata. I carabinieri hanno fermato l'uomo, iniziando le indagini: le etichette avevano il nome di un negozio di Corso Italia. Sentite le commesse del negozio e fatti alcuni accertamenti, hanno scoperto che gli articoli di bigiotteria non erano mai stati acquistati, ma con molta probabilità rubati poco prima.

Da lì è partita la denuncia per ricettazione: il georgiano però non si è dato per vinto e portato all’interno dell’autoradio ha deciso di far chiudere un occhio ai militari, estraendo prima 50 euro e  poi altre 50. Interpretando male lo stupore del carabiniere, l'uomo ha continuato a mostrare un'altra banconota da 50 euro, mimando il gesto della fuga. A quel punto sono scattate le manette per istigazione alla corruzione di pubblico ufficiale e anche una denuncia per ricettazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato per furto, al carabiniere: "Ti do 150 euro se mi lasci scappare"

PisaToday è in caricamento