Cronaca Bientina

Donna si sente male in casa: salvata da un poliziotto

L'agente e la compagna hanno sentito le grida della madre della donna e sono intervenuti in attesa dell'arrivo dei soccorsi del 118

Salvataggio in extremis compiuto da un poliziotto in servizio presso il Commissariato di Pontedera. L'agente sabato sera, 29 giugno, mentre stava rientrando nella sua abitazione a Bientina, ha sentito grida d'aiuto provenire da una casa poco distante.
Immediatamente si è diretto insieme alla compagna nel luogo da dove provenivano le urla e ha notato un'anziana di oltre 90 anni che chiedeva aiuto per la figlia che aveva avuto un malore.

Entrato nella casa, il poliziotto ha visto una donna distesa a terra, portatrice di tracheotomia collegata a una bombola di ossigeno, che respirava a fatica poiché nella caduta si era staccato il tubo.

Dopo aver attivato il 118, il poliziotto e la compagna, seguendo le istruzioni telefoniche del personale medico, hanno iniziato le manovre per stabilizzare la donna, adagiandola in posizione supina e riattivando la respirazione artificiale. L'ambulanza arrivata poi sul posto ha trasportato la donna in ospedale, mentre il poliziotto e la compagna hanno atteso l’arrivo di una parente per affidargli la novantenne rimasta sola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna si sente male in casa: salvata da un poliziotto

PisaToday è in caricamento