rotate-mobile
Mercoledì, 6 Luglio 2022
Cronaca

Emblema Araldico dell'Istituto del Nastro Azzurro alla 46ª Brigata Aerea di Pisa

Il riconoscimento è stato tributato nell'82° anniversario dalla fondazione del Corpo

Il 15 febbraio scorso in occasione dell’82° anniversario dalla sua fondazione la 46ª Brigata Aerea di Pisa ha ricevuto l’Emblema Araldico e la tessera di Socio d’Onore dell’Istituto del Nastro Azzurro fra combattenti decorati al Valore Militare. Il presidente della Federazione di Pisa dell’Istituto avv. Alberto Andreoli è stato ricevuto insieme ad una delegazione dal Comandante della base Generale Alessandro De Lorenzo, partecipando alla cerimonia dell’Alzabandiera.

Dopo la consegna dell’onorificenza il presidente Andreoli ha rivolto un saluto al comandante e a tutto il personale del reparto schierato, ripercorrendo la gloriosa storia della 46ª Brigata Aerea di Pisa. Il Comandate Alessandro De Lorenzo è intervenuto affrontando il tema delle "delicate e difficili sfide che il futuro pone per affrontare le quali sarà sempre necessaria la costante attenzione e l’elevata professionalità che ogni singolo componente del reparto mette in campo quotidianamente", concludendo con la lettura dell’elenco del personale della 46ª che si è distinto ricevendo riconoscimenti durante le ultime missioni.

E’ stato ricordato il rilevante contributo di supporto della 46ª Brigata Aerea in molte missioni umanitarie, soprattutto in occasione di gravi calamità naturali o eventi che determinano la necessità di fornire aiuti e sostegni alle popolazioni in difficoltà, come da ultimo durante la missione 'Aquila Omnia', una delle più complesse e delicate operazioni in cui siano state chiamate le Forze Armate negli ultimi anni, grazie alla quale sono stati evacuati e tratti in salvo migliaia di donne, bambini e uomini provenienti dall’Afghanistan durante la crisi istituzionale che ha colpito quel paese la scorsa estate.

E’ stata infine evidenziata la professionalità con la quale la 46ª Brigata Aerea ha condotto la battaglia contro la diffusione della pandemia da Covid-19, assicurando il trasporto in biocontenimento di pazienti, materiali ed equipaggiamenti destinati a strutture ospedaliere sul territorio nazionale nel solco di una tradizione di generosità che ha contribuito al riconoscimento dell’Italia di fronte a tutta la Comunità Internazionale.

Un pensiero speciale è stato infine rivolto a tutti gli aviatori della 46ª Brigata Aerea caduti in adempimento del proprio dovere tra i quali i 13 aviatori trucidati nel 1961 a Kindu in Congo nella missione ONU, valsa la Medaglia d’Oro al Valore Militare alla Memoria.

274073011_388221099735941_8754237600103396466_n-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emblema Araldico dell'Istituto del Nastro Azzurro alla 46ª Brigata Aerea di Pisa

PisaToday è in caricamento