Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Enogastronomia a Volterra: via al riconoscimento delle eccellenze locali

La giunta ha approvato la delibera per valorizzare le produzioni locali tipiche: 1000 euro per il sale e il mallegato di Volterra se verranno riconosciuti come presidio Slow Food e per chi farà ripartire la produzione del pane di Villamagna

E' stata approvata la delibera di giunta che prevede misure per il riconoscimento di specificità del luogo nel campo delle produzioni di eccellenza sviluppate a livello locale. "L'esempio che deve guidarci è quello della Dop del pecorino delle Balze volterrane - dichiara il sindaco di Volterra Marco Buselli - che dopo venti anni, è riuscito ad ottenere il meritato riconoscimento".

Riconscimento, tutela e valorizzazione. Spiega Buselli: "Con l'assessorato alle attività produttive e all'agricoltura intendiamo dare riconoscibilità alle nostre produzioni, caratteristiche di Volterra e del territorio. Iniziamo con il sale di Volterra, che, se verrà riconosciuto come presidio Slow Food, avrà un incentivo economico di mille euro dal Comune per rafforzare il brand, ma lo stesso faremo anche con il mallegato di Volterra. Mille euro anche per chi riuscirà a far ripartire invece una produzione di eccellenza che al momento attuale non c'è più, il pane di Villamagna.

"E' solo un inizio - conclude il primo cittadino - ma vorremmo far si che le produzioni locali di eccellenza fossero riconosciute e portassero il marchio di Volterra, colmando un vuoto che ormai c'è da troppo tempo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Enogastronomia a Volterra: via al riconoscimento delle eccellenze locali

PisaToday è in caricamento