Cronaca

Caso Ericsson: presidio dei lavoratori in Piazza XX Settembre

I dipendenti di Pisa sono scesi in piazza per proseguire la mobilitazione contro lo smantellamento della sede dell'azienda. Poi l'incontro e l'impegno della Prefettura ad appoggiare le rivendicazioni

Foto Tiziana Nadalutti

Prosegue la protesta dei lavoratori Ericsson di Pisa, insieme a quelli di Genova, per la difesa del posto di lavoro e per il mantenimento dell'attività produttiva dell'azienda. Stamani, martedì 5 luglio, i dipendenti hanno effettutato un presidio davanti al Comune in Piazza XX Settembre, procedendo poi in corteo verso la Prefettura.

Una delegazione della Rsu e della Cgil è stata ricevuta dal viceprefetto dott. Romeo, al quale sono state esposte le problematiche dei lavoratori. Una "situazione di prospettiva instabile" la definiscono insieme Rsu e Cgil in un comunicato congiunto. "Il rappresentante del Governo - proseguono - ha dichiarato di condividere totalmente sia le preoccupazioni che le motivazioni esposte e, immediatamente, si è reso disponibile ad attivarsi presso i vari livelli istituzionali, locali e nazionali, affinchè possa costituirsi un fronte comune sempre più ampio al quale Ericsson sia chiamata a dare risposte concrete".

Un passaggio importa ritengono lavoratori e Cgil Pisa, poiché "in un difficile percorso di confronto con una multinazionale con le caratteristiche di Ericsson, la vicinanza delle strutture Sindacali e dei vari soggetti Istituzionali sono fondamentali per il sostegno e la prosecuzione delle iniziative di mobilitazione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Ericsson: presidio dei lavoratori in Piazza XX Settembre

PisaToday è in caricamento