menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate 2021, tra restrizioni e voglia di relax: pioggia di prenotazioni sul litorale pisano

Costa pisana presa d'assalto per i mesi estivi. Gli operatori del settore soddisfatti: "Prospettive discrete. Sarà un turismo di prossimità: la maggioranza dei villeggianti viene da Pisa e provincia"

Sarà per la voglia di staccare la spina dopo un anno vissuto letteralmente 'in trincea', tra restrizioni e regole da rispettare per evitare la diffusione del contagio. Sarà per il desiderio di regalarsi un periodo di vacanza da uno smart working che, in molti casi, tiene ritmi forsennati e di 'smart', nell'accezione britannica che si può tradurre con 'intelligente', ha molto poco. L'istantanea scattata dagli operatori del settore immobiliare attivi sul litorale pisano denota molti tratti positivi e un discreto ottimismo: c'è movimento in vista della stagione estiva, e ci sono già anche moltissime prenotazioni.

Dalla settimana per gli appartamenti più piccoli o per le camere dei B&B fino al mese intero per le case vacanza più ampie, da Marina di Pisa a Calambrone, passando per Tirrenia, queste sono settimane di intensa attività per gli operatori del settore. "Fino a che le regole lo hanno consentito, diversi clienti sono venuti a visionare direttamente le soluzioni offerte" spiega Francesca Bella di MiCasa Immobiliare. "Da quando le limitazioni si sono fatte più stringenti, sono invece aumentati i contatti digitalizzati. Però c'è un discreto movimento, tanto che riteniamo di bissare il risultato ottenuto la scorsa estate: esaurire tutte le nostre offerte".

La tendenza si era palesata già un anno fa, e anche oggi viene confermata: il tipo di clientela è cambiato. "Ci troviamo a lavorare con clienti del luogo - commentano Fabio Costia di Immobiliare Costia e Marco Meloni di Premium Immobiliare - i contatti con persone che risiedono fuori regione sono decisamente calati. Sicuramente l'incertezza sulla possibilità di potersi muovere al di fuori dei confini regionali ha incentivato questo mutamento. Adesso le prenotazioni arrivano principalmente da famiglie o coppie".

Un turismo di prossimità che allarga i suoi confini fino a Firenze, da sempre bacino di utenti indispensabile per la costa pisana. "Le prime richieste di informazioni sono arrivate sul finire dell'inverno - spiega Stefano Fioravanti di Centro Servizi Immobiliari - sono decollate definitivamente con l'arrivo della primavera. In pochi chiedono la classica settimana di vacanza. Anche il periodo di 15 giorni è in arretramento: la tendenza è a fissare villeggiature di tre settimane, anche un mese". Un trend confermato anche dagli altri operatori, che spiegano anche che "per il momento le prenotazioni si concentrano principalmente su luglio e agosto, quando per tradizione la stagione entra nel vivo. Però diversi clienti iniziano a richiedere anche informazioni su giugno: a fronte di un'incertezza leggermente maggiore in relazione alla possibilità degli spostamenti, c'è il vantaggio di prezzi sicuramente più bassi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento