Palazzo della Sapienza: terminata la riqualificazione della facciata

L'edificio ha così ripreso l'aspetto stilistico degli inizi del secolo scorso, con la riscoperta delle cromie originali. Tra qualche mese la fine dei lavori anche all'interno

Torna a splendere la facciata del Palazzo della Sapienza, su via Curtatone e Montanara. Terminati i lavori di riqualificazione ha ripreso l'aspetto stilistico del secolo scorso, come doveva apparire più o meno agli inizi del '900. Con il recupero, la facciata ha riacquistato la brillantezza dei colori originari, mettendo in evidenza tratti architettonici e particolari davvero sorprendenti e 'nuovi' anche per chi quella strada l'ha frequentata quotidianamente. Nei prossimi giorni sarà 'liberata' anche la porzione del Palazzo che si affaccia su Piazza Dante, mentre proseguono secondo il calendario stabilito le opere all'interno dell'edificio.

"La vista della facciata - ha detto il rettore Paolo Mancarella - è stata davvero emozionante: il restauro ha portato in evidenza particolari di una bellezza mozzafiato, prima nascosti. È stato bello anche vedere cittadini, turisti e tanti membri della comunità accademica alzare lo sguardo per ammirare questo vero e proprio gioiello architettonico e immortalarlo con i loro smartphone. Anche la visita all'interno del Palazzo mi ha lasciato senza parole, facendo intravedere tutta la bellezza che nel giro di alcuni mesi restituiremo all'Università e alla città intera".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I lavori di riqualificazione della facciata hanno avuto alla base una lunga e meticolosa ricerca di natura storica, che ha portato a evidenziare e studiare i documenti che descrivevano gli interventi fatti in passato. Le analisi chimiche di laboratorio hanno poi permesso di recuperare le cromie originali, che sono state riprese sia per la parte relativa agli stucchi che attraverso il recupero e la riproposizione degli antichi conci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto travolge tavoli e clienti di una pizzeria in via dell'Aeroporto

  • Coronavirus e sovraffollamento, nuova ordinanza: positivi inviati in albergo

  • Meteo, il gran caldo ha i giorni contati: torna il maltempo

  • Cede controsoffitto all'interno dell'ospedale Cisanello

  • Coronavirus in Toscana: 5 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 4 nuovi casi, di cui 2 a Pisa

Torna su
PisaToday è in caricamento